174 CONDIVISIONI
Covid 19
28 Gennaio 2022
17:09

Questo dispositivo rileva Covid dal respiro in soli 2 minuti: è il più rapido al mondo

Il DSA Breath Pass è un test diagnostico che rileva la Covid dal semplice respiro in soli 2 minuti. Ha una specificità dell’85% e ha già ricevuto il marchio CE.
A cura di Andrea Centini
174 CONDIVISIONI
Credit: Laboratorios Rhogen.
Credit: Laboratorios Rhogen.
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

In Spagna è stato reso disponibile un nuovo dispositivo in grado di rilevare la positività al coronavirus SARS-CoV-2 dal semplice respiro. Il DSA Breath Pass (TM), sviluppato dall'azienda finlandese specializzata in dispositivi medici Deep Sensing Algorithms Ltd (DSA), funziona in modo non dissimile da un etilometro: basta infatti espirare (una sola volta) nel boccaglio e attendere il risultato, che giunge in appena un paio di minuti. È il più veloce al mondo nella diagnosi. Al suo interno è presente una matrice composta da nove nano-sensori analogici e digitali in grado di rilevare molecole di origine biologica, come i composti organici volatili (VOC) presenti nel respiro esalato da una persona. Grazie a un apposito software il dispositivo comunica con un algoritmo di intelligenza artificiale che scandaglia in un database nel cloud, trovando la corrispondenza tra i composti volatili intercettati e varie patologie compresa la COVID-19. Per il funzionamento è necessario collegare lo strumento a un'applicazione per smartphone/tablet.

Come indicato dal quotidiano spagnolo elperiodico.com, il DSA Breath Pass ha una specificità dell'85 percento, dunque risulta molto preciso nel diagnosticare la positività al patogeno pandemico. La sua efficacia è stata determinata da diversi studi condotti in Spagna, in particolar modo presso l'Ospedale Universitario di Jerez. Lo scorso 14 gennaio DSA ha annunciato che il suo dispositivo ha ottenuto la certificazione medica CE a livello europeo, pertanto potrà essere venduto in tutti i territori dell'Unione Europea (previa autorizzazione degli enti sanitari locali). In Spagna viene commercializzato dai Rhogen Laboratories. I tempi stimati di consegna sono di circa due mesi.

Si ritiene che il DSA Breath Pass possa essere particolarmente utile in questa fase della pandemia, soprattutto nei luoghi in cui c'è grande affluenza di persone – come spettacoli, eventi sportivi, stazioni ed aeroporti – e in quelli sensibili, alla stregua di RSA, ospedali e cliniche. L'obiettivo è quello di affiancare il lavoro dei tamponi antigenici rapidi e dei molecolari basati sulla PCR, che al momento restano comunque il metodo diagnostico per eccellenza (il cosiddetto "gold standard") della COVID-19. Una caratteristica interessante dello strumento  risiede nel fatto che i composti organici volatili dovuti all'infezione da coronavirus SARS-CoV-2 sono riscontrabili nel respiro già 24 ore dopo l'esposizione al virus, pertanto il DSA Breath Pass può intercettare i casi positivi anche nella fase pre-sintomatica, oltre che in quella asintomatica.

“I marcatori biologici che il metabolismo genera con la sua risposta immunitaria appaiono nella respirazione espirata nelle prime 24 ore. La tecnologia del test del respiro è in grado di rilevare questi marcatori, quindi è particolarmente consigliata per la diagnosi precoce di casi asintomatici e pre-asintomatici, qualcosa di molto pratico per implementare controlli in spazi di lavoro, luoghi con un alto flusso di persone o nell'accesso a luoghi particolarmente critici, come cliniche o case di cura”, scrivono i progettisti del dispositivo. Un ulteriore dettaglio da non sottovalutare risiede nei costi, sensibilmente inferiori a quelli dei tamponi. Al momento non è noto se e quando il DSA Breath Pass sarà reso disponibile anche in Italia.

174 CONDIVISIONI
31061 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni