233 CONDIVISIONI
16 Dicembre 2021
19:44

Perché non dovresti mai andare a dormire indossando i calzini

Ci sono almeno cinque motivi per cui mettersi a letto con le calze ai piedi non è una buona abitudine.
A cura di Valeria Aiello
233 CONDIVISIONI

Sarà probabilmente accaduto a tutti: è inverno, fa freddo, la camera da letto fatica a riscaldarsi e, una volta sotto le coperte, i piedi sembrano di ghiaccio. Mettersi un paio di calzini potrebbe sembrare la soluzione più logica per risolvere il problema ma secondo gli esperti ci sono almeno cinque motivi per cui coricarsi con i calzini addosso non è una buona abitudine. Anche se uno studio del 2007 ha indicato che indossare calzini potrebbe aiutare ad addormentarsi più velocemente, tenerli ai piedi per tutta la notte può avere una serie di effetti negativi. Questo perché, se da un lato è vero che riscaldare i piedi favorisce la vasodilatazione e la perdita di calore attraverso la pelle, il che aiuta ad abbassare la temperatura corporea interna aiutandoci ad addormentarci più velocemente, indossare i calzini per tutta la notte può avere conseguenze negative per la salute.

Può ridurre la circolazione sanguigna

Potrebbe essere intuitivo, ma dormire con i calzini può ridurre il flusso sanguigno ai piedi. Questo effetto è particolarmente marcato nel caso si utilizzino calze con l’elastico sopra la caviglia, oppure particolarmente compressive, come quelle in fibre sintetiche. Il risultato è quello di avere una cattiva circolazione (stasi venosa), con il rischio di risvegliarsi con gambe e piedi pesanti e gonfi ancora prima di cominciare la giornata.

Aumenta il rischio dermatiti

Non tutti sanno che alcune fibre, come i tessuti sintetici (nylon, elastan, acrilico, poliammide…), possono essere responsabili dell’insorgenza di dermatiti. Queste possono manifestarsi come prurito, arrossamenti, irritazioni cutanee o secchezza della pelle. Indossare calze di nylon e di altri materiali non adatti può quindi aumentare il rischio di sviluppare questa condizione, anche di giorno. In generale, è dunque preferibile scegliere calze in cotone o altre fibre naturali.

Aumentare la temperatura corporea

Come premesso, riscaldare i piedi favorisce la vasodilatazione che aiuta a disperdere il calore corporeo. Tuttavia, riscaldarli troppo o troppo a lungo può essere controproducente, incidendo negativamente sui meccanismi di termoregolazione corporea durante il sonno.

Non fa dormire sonni tranquilli

Indossare calzini stretti può produrre una sensazione di disagio e compromettere la qualità del sonno. In generale è sempre meglio togliere i calzini e non indossare tutto ciò avvertiamo come particolarmente stretto (compresa la biancheria intima) quando andiamo a dormire (Anche il nostro partner si rallegrerà).

Scarsa igiene

Indossare i calzini mentre dormiamo può aumentare il rischio di scarsa igiene. Calze non pulite, magari tenute ai piedi tutta la giornata, o realizzate in tessuto non traspirante, aumentano il rischio di infezioni e di cattivi odori. Ma se proprio non riusciamo a fare a meno di avere le calze una volta coricati, optiamo per paia che utilizziamo solo a letto, preferibilmente in cotone, assicurandoci di lavarle con la giusta frequenza.

233 CONDIVISIONI
La pandemia ci ha insegnato che non si deve andare a lavorare con l'influenza, non dimentichiamocene
La pandemia ci ha insegnato che non si deve andare a lavorare con l'influenza, non dimentichiamocene
Perché dovresti togliere le scarpe prima di entrare dentro casa
Perché dovresti togliere le scarpe prima di entrare dentro casa
Perché dovresti scegliere una dieta vegana per il tuo cane
Perché dovresti scegliere una dieta vegana per il tuo cane
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni