322 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
17 Giugno 2022
15:59

Cos’è lo GNOM, il piccolo robot ucraino che può distruggere i carri armati e trasportare i feriti

Tra i nuovi mezzi a disposizione dell’Ucraina per difendersi dalla Russia c’è lo GNOM, un piccolo robot multifunzione. Può trasportare feriti e lanciare missili.
A cura di Andrea Centini
322 CONDIVISIONI
Il piccolo robot GNOM. Credit: Temerland
Il piccolo robot GNOM. Credit: Temerland
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

I mezzi da combattimento senza pilota sono considerati strumenti indispensabili nella guerra moderna e lo sta ampiamente dimostrando l'attuale conflitto in Ucraina, dove i droni, sempre più presenti nei video di propaganda, stanno giocando un prezioso ruolo strategico per entrambi gli schieramenti. L'esercito ucraino ora può contare anche su un curioso robot terrestre di nome GNOM, così chiamato per via delle piccole dimensioni. Tecnicamente si tratta di una “piattaforma robotica multifunzionale” che può svolgere numerosi e diversificati compiti, dalla sorveglianza alla ricognizione, passando per il trasporto dei feriti fino al combattimento in prima linea. Esistono infatti diverse versioni del robot, alcune delle quali equipaggiate con mitragliatrici, esplosivi e persino missili guidati anticarro. Lo GNOM è un mezzo versatile che sarà di grande aiuto a Kiev nelle furiose battaglie in corso nel Donbass.

Credit: Temerland
Credit: Temerland

Cos'è lo GNOM

Lo GNOM, come indicato, è un piccolo robot multifunzione principalmente progettato per scopi bellici, sebbene possa essere impiegato anche in contesti civili. È prodotto direttamente in Ucraina dalla società Temerland, che ha sede a Zaporozhye, città balzata più volte agli onori della cronaca internazionale durante il conflitto anche per la presenza della più grande centrale nucleare d'Europa. Di base, come indicato dall'azienda costruttrice, lo GNOM ha quattro ruote motrici ed è mosso da un piccolo motore elettrico da 5,44 cavalli. Può essere controllato da remoto attraverso uno smartphone o un tablet entro un raggio di circa 5 chilometri, grazie alla tecnologia WiFi 5 Ghz. Il veicolo, dotato di una telecamera di profondità per il controllo dell'operatore e il movimento autonomo, di una telecamera panoramica a 360° su un'asta telescopica e di un illuminatore IR (a infrarossi) per operare al buio, è lungo appena 570 millimetri, alto 380 e largo 600. Il peso base è di 50 chilogrammi. Lo scafo è in acciaio spesso 2 millimetri. Si tratta dunque di un mezzo di dimensioni contenute che può passare quasi inosservato quando è in missione, anche grazie al motore silenzioso.

A cosa serve lo GNOM

Esistono molteplici varianti del robot, ciascuna sviluppata per un un compito specifico. Tra le mansioni principali che GNOM può svolgere figurano sorveglianza e ricognizione; consegna di munizioni e cibo; evacuazione dei feriti attraverso un apposito carrello; ripetitore per migliorare la comunicazione e il controllo di altre piattaforme robotiche di dimensioni maggiori dispiegate sul campo. Lo GNOM WITH TURELL, ad esempio, è progettato per il “supporto alle unità antincendio, eseguire manovre di sabotaggio e salvare vite umane”, si legge nel comunicato dell'azienda. Lo GNOM WITH ANTI-TANK GUIDED MISSILE è invece una vera e propria arma da guerra, in grado di distruggere di soppiatto mezzi corazzati con un potente missile guidato. Ci sono anche lo GNOM KAMIKADZE equipaggiato con esplosivo e lo GNOME – EXPLOSION ENGINEER che viene utilizzato per lo sminamento e la manipolazione di ordigni inesplosi, eliminando del tutto i rischi per il personale.

322 CONDIVISIONI
2869 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni