Un duello tv acceso, andato in onda sul servizio pubblico francese, sull’emittente France 2. Con Matteo Renzi contro Marine Le Pen. In uno scontro tutto in francese. L’ex presidente del Consiglio si è trovato a confrontarsi con la leader del Rassemblement National, nella trasmissione L’Emission politique. Un duello doppio per la Pen che ha ‘sfidato’ anche la ministra per gli Affari europei Nathalie Loiseau che, peraltro, ha annunciato che si presenterà alle europee proprio per “combattere le idee di Le Pen”. Poi collegato da Londra c’era Renzi. Che è intervenuto in francese. E non ha risparmiato attacchi alla sua rivale per una sera: “Madame Le Pen, è vero, io ho perso qualche volta, ma lei ha perso sempre, a tutte le elezioni alle quali ha partecipato: le presidenziali del 2012, del 2017, le regionali… Lei era quella che difendeva la Brexit, e oggi qui a Londra c’è il caos”, ha detto Renzi secondo quanto riporta Il Corriere della Sera.

Renzi si è soffermato sul tema Brexit: “Marine Le Pen e Matteo Salvini dicevano che con la Brexit a Londra ci sarebbero stati ospedali migliori, che l’economia britannica non è mai andata meglio. Ma non è vero, sta succedendo esattamente il contrario. Essere a favore dell’Europa non è naif, è utile per i portafogli, per il lavoro. Se la Francia imitasse la Gran Bretagna milioni di francesi perderebbero il lavoro”.

Nasce un vero e proprio botta e risposta tra i due:

Le Pen: Salvini ha vinto grazie alla sua politica, gli italiani hanno provato Renzi e non gli è piaciuto, lei è passato dal 40% alle europee al 18%. Assomiglia a Macron, speriamo anche in questo. In realtà a noi francesi piacerebbe avere il 4% di disoccupazione del Regno Unito, e i loro fondamentali economici. Se costringiamo i britannici a una ’hard Brexit’ ne pagheremo le conseguenze. L’Unione europea sta uccidendo l’Europa.

Renzi: Lei non conosce l’Italia. Salvini alle elezioni ha preso il 17%, noi il 19%, ma a differenza di lui non abbiamo voluto fare l’accordo con il Movimento 5 Stelle. E comunque io ho perduto qualche volta, lei ha perso sempre.

Le Pen: Non mi dia lezioni, lei è stato nominato premier, non eletto, io almeno mi sono presentata alle elezioni.

Renzi: Dipende dalla Costituzione italiana, che lei non conosce. Con il governo del suo amico Salvini oggi in Italia c’è la recessione economica.

Renzi chiude con una battuta su Macron, presidente francese definito dal senatore del Pd come “l’unico leader che abbia oggi non solo la Francia ma l’Europa, che come noi punta sulla speranza e sul coraggio e non sulla paura come fanno Marine Le Pen e Salvini. Se non avessi letto Rimbaud e Baudelaire sarei più vuoto. E la Francia non sarebbe la stessa senza Caterina de’ Medici”.