245 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
3 Maggio 2022
07:45

Ucraina, Zelensky: “Parole Lavrov su ebrei? Russia ha dimenticato la lezione della Seconda guerra mondiale”

La Russia ha dimenticato tutte le lezioni della Seconda guerra mondiale secondo il presidente ucraino Zelensky che nel suo ultimo video ha commentato le controverse dichiarazioni del ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.
A cura di Susanna Picone
245 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Nel consueto videomessaggio diffuso nella notte il presidente ucraino Volodymyr Zelensky torna sulle dichiarazioni rilasciate due giorni fa a Rete 4 dal ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov. Le parole di Lavrov, secondo cui Hitler avrebbe avuto "sangue ebreo nelle vene", dimostrano che "la Russia ha dimenticato tutte le lezioni della Seconda guerra mondiale”, ha detto Zelensky. "Il ministro degli Esteri russo ha detto apertamente e senza esitazioni che i più grandi antisemiti stavano proprio tra gli ebrei. E che Hitler aveva sangue ebreo. Come si può dire una cosa del genere alla vigilia dell'anniversario della vittoria sul nazismo", ha aggiunto ancora il leader ucraino che poi ha sottolineato che queste parole significano che il più alto diplomatico russo "sta dando la colpa al popolo ebraico dei crimini nazisti".

Zelensky ha quindi ricordato che da parte di Mosca non sono arrivate scuse o obiezioni dopo le dichiarazioni di Lavrov alla tv italiana e questo vuol dire che quindi condividono quelle parole: "Dopo la morte di persone sopravvissute all'occupazione nazista e ai campi di concentramento nazisti a causa dei bombardamenti russi, questo impulso antisemita del ministro significa che la Russia ha dimenticato tutte le lezioni della Seconda guerra mondiale". O forse, non hanno mai studiato quelle lezioni. "La domanda è: cosa farà l’ambasciatore israeliano a Mosca? Rimarrà lì al suo posto? E le relazioni tra Russia e Israele rimarranno le stesse?", si chiede Zelensky. Il presidente nel suo messaggio ha parlato anche di un attacco missilistico russo contro un dormitorio di Odessa che ha ucciso un ragazzo di 14 anni e ferito una 17enne. "Per quale motivo? Con cosa hanno minacciato lo stato russo questi bambini e il dormitorio?", ha detto Zelensky.

Il presidente ucraino ha parlato nuovamente anche delle sanzioni a Mosca dicendo di aspettarsi un altro pacchetto dall’Unione europea che dovrebbe includere passi chiari per bloccare le entrate energetiche della Russia. "Dovremo bloccare tutte le operazioni di import-export con la Russia. Perché questo è il modo con cui fanno i soldi a Mosca. E non capiscono ancora che il diritto internazionale e la pace in Europa devono essere rispettati", ha concluso.

245 CONDIVISIONI
2589 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni