1.962 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
12 Settembre 2022
08:09

Ucraina, continua la controffensiva di Kiev a Est: cosa sta succedendo e come cambia la guerra ora

Le truppe ucraine avanzano ancora verso Est, in particolare su Kharkiv. L’Intelligence inglese: “Mosca ha probabilmente ordinato il ritiro delle sue truppe dall’intera regione, restano sacche isolate di resistenza”. Zelensky: “Pensate ancora di spaventarci?”.
A cura di Ida Artiaco
1.962 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Continua la controffensiva dell'Ucraina nei territori dell'Est.

Come ha annunciato il presidente Zelensky sui propri canali social, i soldati ucraini hanno "eroicamente trattenuto il nemico" e ora "inseguono i russi a Nord, Sud, Est, dappertutto, ma muovendosi in una sola direzione: verso la vittoria. Oggi sono 200 giorni della nostra resistenza, della nostra lotta, della nostra guerra nazionale per la libertà, per l'indipendenza, per il diritto di essere. In questi 200 giorni abbiamo ottenuto molto. Ma la cosa più importante, la più difficile, è avanti", ha detto il capo dello Stato".

Attacchi su Kharkiv: molte zone ancora senza elettricità

Questa mattina lo Stato Maggiore delle Forze Armate dell'Ucraina ha reso noto che le forze di Kiev hanno riconquistato nelle ultime 24 ore "oltre 20 insediamenti che erano stati occupati dai russi nelle regioni di Kharkiv e Donetsk", sottolineando che "il nemico continua ad attaccare le posizioni ucraine, conducendo ricognizioni aeree e tentando di prendere misure per riguadagnare terreno".

Proprio le regioni di Kharkiv e Donetsk sono ancora in parte senza elettricità a causa dei recenti attacchi russi alle infrastrutture energetiche.

Secondo il sindaco della seconda città più grande dell'Ucraina, Igor Terekhov, l'approvvigionamento idrico nella città, la cui centrale termica è stata bombardata, è stato ripristinato di notte e la metropolitana e il trasporto elettrico terrestre stanno funzionando normalmente.

Pavlo Kyrylenko, governatore ucraino del Donetsk, ha assicurato su Telegram che i tecnici stanno lavorando al ripristino delle forniture energetiche ma che ciò "richiederà tempo".

L'attacco russo delle scorse ore alle infrastrutture civili è stato condannato anche dagli Stati Uniti. "Condanniamo gli attacchi aerei della Russia contro le infrastrutture strategiche dell'Ucraina che hanno lasciato migliaia di civili senza elettricità e acqua pulita", ha scritto il dipartimento di Stato americano in una nota.

I successi dell'Ucraina hanno "implicazioni significative" per l'operazione russa

I successi ottenuti nelle ultime ore dall'Ucraina avranno "conseguenze significative" sull'operazione russa, ha spiegato il Ministero della Difesa inglese nel suo ultimo aggiornamento quotidiano sulla guerra.

In particolare, per il morale dei suoi soldati. "È molto probabile che la maggior parte delle forze in Ucraina sia costretta a dare la priorità alle azioni difensive di emergenza", si legge nel report appena pubblicato su Twitter dall'Intelligence britannica, che ha aggiunto: "È anche possibile che la fiducia già limitata che le truppe dispiegate ripongono nell'alta dirigenza militare russa si deteriori ulteriormente".

Sempre il Ministero della Difesa inglese ha confermato che "di fronte all'avanzata ucraina, la Russia ha probabilmente ordinato il ritiro delle sue truppe dall'intera regione di Kharkiv occupata a ovest del fiume Oskil. Rimangono isolate sacche di resistenza, ma da mercoledì l'Ucraina ha riconquistato un territorio grande almeno il doppio della Greater London".

Zelensky condanna gli attacchi delle ultime ore: "Non avete capito chi siamo"

"Pensate ancora di poterci spaventare, romperci, farci concessioni?", ha chiesto in un video pubblicato sui propri canali social il presidente Zelensky.

"L'Ucraina e il mondo civile vedono chiaramente questi atti terroristici. Attacchi missilistici deliberati e cinici su infrastrutture critiche civili. Nessuna struttura militare. Le regioni di Kharkiv e Donetsk sono state tagliate fuori. A Zaporizhia, Dnipropetrovsk e Sumy ci sono problemi parziali con l'alimentazione elettrica – ha continuato il leader di Kiev -. Davvero non avete capito niente?Non capite chi siamo? A cosa siamo? Di cosa stiamo parlando? Leggete le mie labbra: Senza gas o senza di voi? Senza di voi.  Senza luce o senza di voi? Senza di voi. Senza acqua e cibo o senza di voi? Senza di voi. Freddo, fame, oscurità e sete non sono per noi così spaventosi e mortali come la vostra amicizia e fratellanza".

Bombardamenti su Zaporizhzhia

Bombardamenti ci sarebbero stati anche nell'Oblast di Zaporizhzhia, dove si trova la centrale nucleare più grande d'Europa.

Proprio ieri il Presidente francese Emmanuel Macron aveva chiesto a Putin di ritirare le armi da Zaporizhzhia. Il leader russo per tutta risposta ha rilevato che gli attacchi ucraini sulla centrale nucleare  potrebbero avere "conseguenze catastrofiche".

1.962 CONDIVISIONI
3123 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni