L'associazione animalista britannica PDSA ha conferito la medaglia d'oro al valore a Magawa, un gigantesco topo africano, per "il suo coraggio nel salvare vite e la sua dedizione al dovere". Il ratto, infatti, ha una carriera da autentico supereroe: ha infatti scovato 39 mine antiuomo e 28 pezzi di artiglieria inesplosi in Cambogia, bonificando dagli ordigni più di 141mila metri quadrati di terreno, l'equivalente di 20 campi da calcio. Ora l'encomiabile lavoro di Magawa è stato formalmente riconosciuto da PDSA con una piccola medaglia che è stata appesa al collo del roditore.

Il topo, che ha sette anni, è stato addestrato dall'ente di beneficenza belga Apopo, associazione con sede in Tanzania che negli anni si è specializzato nella formazione dei cosiddetti HeroRATs, topi capaci di rivelare la presenza di mine terrestri. Gli animali vengono sottoposti a un addestramento della durata di un anno al termine del quale viene rilasciato loro un certificato di idoneità. Secondo Apopo, Magawa – nato e cresciuto in Tanzania – pesa 1,2 chili ed è lungo 70 centimetri. Sebbene sia molto più grande di molte altre specie di ratti, si tratta comunque di un esemplare abbastanza piccolo e leggero da non innescare mine se ci cammina sopra.

Come tutti gli altri HeroRATs Magawa è stato addestrato a fiutare un composto chimico all'interno degli esplosivi: il roditore è quindi capace di ignorare i "rottami" metallici e di trovare solo le mine inesplose molto rapidamente. Una volta trovato un esplosivo, Magawa graffia la sua superficie avvisando in questo modo gli artificieri. Il topo è in grado di perquisire una superficie grande come un campo da tennis in soli 20 minuti. Secondo Apopo una persona con un metal detector impiegherebbe non meno di tre o quattro giorni ad ispezionare attentamente un'area simile.