21 Settembre 2018
12:50

Tanzania, traghetto si rovescia sul Lago Vittoria: si temono centinaia di morti

Il traghetto si è rovesciato per cause ancora da chiarire: trasportava almeno 300 persone, poche decine delle quali sono state tratte in salvo.
A cura di Davide Falcioni

Tragedia in Tanzania, dove almeno 86 persone sono morte a causa del ribaltamento di un traghetto che stava navigando sulle acque del Lago Vittoria, il più grande del continente africano, che bagna anche il territorio del Kenya e dell'Uganda. L'imbarcazione si è rovesciata nella zona sud del lago, quella di competenza della Tanzania, non lontano dall’isola Ukerewe, la più estera del lago. Non sono per ora note le cause dell'incidente, ma è probabile che sia stato causato dalle cattive condizioni del natante.

Non si sa neppure  quanti passeggeri fossero a bordo della barca, ma si pensa che potessero essere più di 300: per questo il timore è che le vittime possano essere centinaia. Per ora sono state salvate solo alcune decine di persone, non poche delle quali sono state ricoverate e versano in condizioni disperate. Se il numero di passeggeri dovesse essere confermato, ci sarebbero quindi ancora molte persone disperse.

Theresia Mwami, portavoce del governo della regione, ha fatto sapere in conferenza stampa che stanno proseguendo le ricerche dei dispersi e che la manutenzione sul traghetto era stata effettuata nei mesi scorsi, dando esito positivo. I due motori erano stati riparati e l'imbarcazione non aveva presentato particolari problemi. Nel suo ultimo viaggio il traghetto era stato caricato di persone e merci, e la tesi che va per la maggiore è che si sia rovesciato a causa del sovrappeso.

Non sono purtroppo una rarità gli incidenti sul Lago Vittoria, la maggior parte dei quali si sono verificati nell'area tanzaniana dello specchio d'acqua. Nel 1996 più di 800 persone morirono quando il traghetto passeggeri e merci MV Bukoba affondò improvvisamente. Sei anni fa, 144 persone morirono o sparirono quando un traghetto sovraccarico affondò nell'isola semi-autonoma della Tanzania, Zanzibar.

Scontri in Kazakistan, l'ordine del presidente Tokayev all'esercito: "Sparate e uccidete i manifestanti"
Scontri in Kazakistan, l'ordine del presidente Tokayev all'esercito: "Sparate e uccidete i manifestanti"
Frodò il Fisco in Italia per finanziare al-Qaeda: l'accusa contenuta nei Pandora Papers
Frodò il Fisco in Italia per finanziare al-Qaeda: l'accusa contenuta nei Pandora Papers
La raffinata strategia per tenere tutto aperto: far finta che con Omicron non muoia più nessuno
La raffinata strategia per tenere tutto aperto: far finta che con Omicron non muoia più nessuno
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni