1.208 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
8 Maggio 2022
15:59

Scompare nel nulla mentre cerca di evacuare, Sofia trovata morta a 13 anni in Ucraina

Sofia sarebbe morta lo stesso 4 maggio quando il convoglio, che si stava muovendo dalla città di Vovchansk occupata, sarebbe stato attaccato dai russi nella regione di Kharkiv.
A cura di Antonio Palma
1.208 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Stava evacuando in una colonna di civili per sfuggire ai bombardamenti nella regione di Kharkiv quando era sparita nel nulla, per giorni i parenti l'avevano cercata con appelli sui social ma purtroppo la piccola Sofia, 13 anni, era già morta. Il cadavere della ragazzina è stato rinvenuto nelle scorse ore nei pressi di Stary Saltov, a est di Kharkiv. Ad annunciare la terribile notizia il capo del dipartimento investigativo della polizia regionale Serhiy Bolvinov. Il riconoscimento diretto non è stato possibile a causa delle condizioni del corpo che giaceva in un’auto parzialmente bruciata lungo la strada insieme ad altre vetture prese di mira da colpi di arma da fuoco, probabilmente durante il tentativo di evacuazione dalle zone di guerra. La tredicenne è stata identificata grazie a un ciondolo di cui avevano riferito gli stessi familiari. "Purtroppo, i resti del corpo e un ciondolo indicato dai suoi parenti sono stati trovati nell'auto su cui viaggiava", ha detto Bolvinov.

Sofia sarebbe morta lo stesso 4 maggio quando il convoglio, che si stava muovendo dalla città di Vovchansk occupata, sarebbe stato attaccato dai russi. Sofia era in macchina con la sorella di 6 mesi e la madre, rimaste ferite. La donna era stata gravemente ferita nel bombardamento ed era stata poi soccorsa e trasportata all'ospedale di Vovchanska dove si trova ora insieme alla neonata. Della tredicenne non si era saputo più nulla e fino all’ultimo si era sperato fosse stata soccorsa da altri come accaduto alla madre. Una speranza che purtroppo si è infranta definitivamente nelle scorse ore quando le autorità ucraine sono riuscite raggiungere la zona indicata e hanno rinvenuto il corpo.

Secondo quanto ha rivelato la polizia ucraina, sul posto è stato rinvenuto prima un carro armato russo distrutto con i resti di militari di Mosca e poco distante, a circa 300 metri, sei auto con fori di proiettile e in parte bruciate. Nelle auto sono stati trovati quattro corpi, presumibilmente tutti membri della colonna di evacuazione. “Al momento è impossibile identificare tutti i corpi a causa del loro stato. A 300 metri la squadra investigativa ha trovato anche un carro armato di Mosca distrutto e due corpi bruciati con resti di uniformi militari russe", ha affermato infatti Bolvinov, aggiungendo: “Riguardo alla ragazza che stavano cercando attraverso i social network, Sofia, sfortunatamente i resti del cadavere e un ciondolo a cui si riferivano i parenti sono stati trovati nell'auto in cui si trovava”.

1.208 CONDIVISIONI
2569 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni