Guerra in Ucraina
10 Marzo 2022
20:49

Russia-Ucraina, quanti civili sono stati uccisi finora: i dati delle Nazioni Unite

Sono 549 i civili ucraini uccisi, mentre altre 957 sono rimaste ferite. Lo ha comunicato l’ufficio dell’Alto commissariato dell’Onu per i diritti umani (Ohchr).
A cura di Annalisa Girardi
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Guerra in Ucraina

Secondo le Nazioni Uniti, dallo scoppio della guerra in Ucraina due settimane fa, sono oltre 500 i civili uccisi. Per la precisione 549, mentre altri 957 sono rimasti feriti. Lo ha comunicato l'ufficio dell'Alto commissariato dell'Onu per i diritti umani (Ohchr). Nel bilancio di ieri si parlava di 516 vittime civili. Tuttavia i numeri potrebbero essere "significativamente più alti". Soprattutto nelle zone sotto l'assedio dell'esercito russo, come le città di Volnovakha, Mariupol e Izium.

Insomma, la guerra continua a fare moltissimi morti. "Abbiamo chiesto tutti insieme al presidente Putin di cessare le ostilità e in particolare i bombardamenti sui civili, continueremo a farlo", ha detto oggi Mario Draghi arrivando al vertice informale del Consiglio europeo a Versailles.

Intanto continuano i negoziati per assicurare dei corridoi umanitari ed evacuare i civili: nei giorni scorsi sono stati fatti diversi tentativi, ma le autorità ucraine hanno accusato i russi di aver violato il cessate il fuoco e aver bombardato i civili in fuga. "Sono venuto qui con uno scopo umanitario, per uscire dall'incontro con un corridoio umanitario da Mariupol per i civili che vogliono scappare dalla città, e con un corridoio umanitario per gli aiuti alla popolazione. Sfortunatamente Lavrov non è stato in condizione di impegnarsi. Ma con le rispettive delegazioni ci siamo confrontati su questo", ha spiegato il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba dopo i negoziati tenutisi oggi in Turchia.

"L'intero mondo deve sapere cosa sta accadendo qui", ha detto in una intervista al New York Times Serhiy Perebyinis, il marito della donna uccisa con i due figli mentre tentava di fuggire da Kiev. La foto dei corpi a terra, con le valige a fianco, ha fatto il giro del mondo, è diventata simbolo del dramma dei civili ucraini e ha innescato nuovamente le accuse della comunità internazionale contro Mosca di commettere crimini di guerra e crimini contro l'umanità per il fuoco deliberato sui civili in fuga.

3315 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni