1.690 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
19 Maggio 2022
08:55

Ucraina, quali sono le condizioni poste dal governo di Kiev per finire la guerra con la Russia

Nessun compromesso all’orizzonte: la resa della Russia, il ritiro delle truppe e i colloqui sui risarcimenti all’Ucraina sono le condizioni poste da Kiev per concludere la guerra.
A cura di Davide Falcioni
1.690 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

L'unica possibilità per la riconciliazione è la resa della Russia, il ritiro delle truppe e i colloqui sui risarcimenti all'Ucraina. A dirlo questa mattina il consigliere del capo dell'ufficio presidenziale ucraino, Oleksiy Arestovich, all'emittente televisiva "Canale 24", precisando che tale è la posizione di principio di Kiev. "Non ci sarà alcun compromesso con la Russia sull'occupazione di parte dell'Ucraina per la ‘pacificazione'. Gli occupanti devono lasciare completamente il nostro Paese", ha affermato Arestovich. Il consigliere ha chiarito che queste sono le condizioni non solo del presidente Volodymyr Zelensky e della leadership del Paese, ma anche dei diplomatici, nonché dei partner internazionali dell'Ucraina, in primis Stati Uniti e Regno Unito.

Il governo di Kiev e i suoi più stretti sostenitori – Washington e Londra – non sarebbero dunque intenzionati a scendere a patti con Mosca. Stando alle dichiarazioni di Arestovich tutti i territori attualmente occupati dalle truppe russe dovranno essere abbandonati e se qualcuno in Europa crede alla possibilità di un compromesso sbaglia. Il riferimento esplicito è proprio a Francia e Germania, "che stanno giocando una certa partita con la Russia". La manovra di Parigi e Berlino è stata definita "strana": "Non ci sarà alcuna opzione che consenta ai russi di rimanere qui. I singoli paesi possono provare a negoziare, dall'Ucraina vediamo chiaramente cosa sta accadendo in Europa".

A lasciare poco spazio ad un compromesso anche il ministro degli Esteri ucraino, Dimitro Kuleba, che in un'intervista al quotidiano olandese NRC ha dichiarato che l'unica vittoria per l'Ucraina sarà la "liberazione dei territori occupati, compresa la Crimea e la regione del Donbas". Kuleba ha inoltre precisato che le richieste della parte ucraina includono "risarcimenti" da parte della Russia rispetto ai crimini di guerra e ai crimini contro l'umanità russi, nonché la piena integrazione di Kiev in UE.

1.690 CONDIVISIONI
2589 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni