681 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
6 Giugno 2022
12:39

Putin attacca: “Povertà e carenza cibo colpa delle sanzioni dell’Occidente”

“Gli errori di politica economica commessi da anni dai Paesi occidentali e le sanzioni illegittime hanno provocato un’ondata di inflazione globale, hanno rovinato le tradizionali catene logistiche e produttive, hanno fatto aumentare drasticamente la povertà e hanno innescato la carenza di cibo”. Lo ha dichiarato il presidente russo Vladimir Putin in un discorso agli ospiti del 25esimo Forum economico internazionale di San Pietroburgo.
A cura di Biagio Chiariello
681 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

"Errori a lungo termine dei Paesi occidentali nella politica economica e sanzioni illegittime hanno portato a un'ondata di inflazione globale, alla distruzione delle consuete catene logistiche e produttive, a un forte aumento della povertà e della carenza di cibo. Ma, come succede, insieme alle sfide, si aprono prospettive". Lo ha dichiarato il presidente russo Vladimir Putin in un discorso agli ospiti del 25esimo Forum economico internazionale di San Pietroburgo. È quindi "un momento difficile per l'intera comunità internazionale", osserva il leader russo.

Putin: gli anni 2020 rafforzeranno la sovranità economica della Russia

"Sono convinto che per la Russia gli anni 2020 diventeranno un periodo di rafforzamento della sovranita' economica, che prevede lo sviluppo accelerato delle proprie infrastrutture e della propria base tecnologica, un aumento qualitativo del livello di formazione degli specialisti, nonchè la formazione di un sistema finanziario indipendente ed efficiente": ha detto ancora Vladimir Putin nel messaggio inviato ai partecipanti del XXV Forum economico internazionale di San Pietroburgo (SPIEF), secondo quanto riporta l'agenzia Tass.
Allo stesso tempo, ritiene Putin, "l'economia russa farà sempre più affidamento all'iniziativa privata e, naturalmente, manterrà la sua rotta verso l'apertura e un'ampia cooperazione internazionale".

 Putin: colpiremo altri obiettivi se verranno fornite a Kiev armi a lungo raggio

In precedenza il leader del Cremlino ha fatto sapere che Mosca avrebbe colpito nuovi obiettivi se gli Stati Uniti avessero fornito missili a lungo raggio all'Ucraina. Lo affermano i media statali russi. La consegna di nuove armi a Kiev mira solo a "trascinare il conflitto armato il più a lungo possibile", ha detto Putin in un'intervista al canale televisivo Rossiya-1, secondo quanto riportato dal media statale russo TASS. "Se verranno forniti, ne trarremo le dovute conclusioni e useremo le nostre stesse armi per colpire quelle strutture che non stiamo ancora prendendo di mira" ha detto Putin.

681 CONDIVISIONI
2698 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni