Un'onda anomala nella piscina di un parco acquatico, alta circa tre metri, ha creato il panico tra i bagnanti. Il piccolo "tsunami" ha travolto le persone che erano in acqua, provocando il ferimento di 44 persone. È successo lunedì 29 luglio nel parco divertimenti Yulong Shuiyun, nella città cinese di Longjing, vicino al confine con la Corea del Nord. Secondo quanto riferiscono i media locali, l'incidente è stato causato da un'interruzione della corrente che ha danneggiato le apparecchiature elettroniche nella sala di controllo della enorme vasca che simula un’onda simile ad uno tsunami, la quale è risultata di conseguenza molto più alta del previsto. Un vero e proprio incubo vissuto dai visitatori della struttura. Alcuni di loro hanno ripreso la scena con i propri smartphone e il video è ben presto finito sui social network dove è stato condiviso migliaia di volte.

Le immagini mostrano l'onda travolgere i bagnanti, tra cui anche molti bambini, che sono stati rovesciati sott'acqua. Al termine del filmato, si vede una donna fuori dalla vasca sanguinare da una gamba. Un portavoce del parco acquatico ha detto ai media locali in una breve dichiarazione che l'incidente è stato causato da un guasto meccanico, ma che solo 10 persone sono rimaste ferite. Ma è stato smentito dalle forze dell'ordine che sono intervenute sul posto e che hanno parlato di 44 feriti, tra cui molti ricoverati con ossa rotte e gravi abrasioni, ma non sarebbero in pericolo di vita. La piscina è stata chiusa per effettuare i rilievi del caso, ma è già stata riaperta, mentre continuano le indagini per cercare di capire le reali cause di quanto successo. Non è chiaro se i turisti presenti al momento del disastro saranno rimborsati del loro biglietto.