Covid 19
23 Gennaio 2022
09:40

Nuove norme anti covid del suo governo, la premier neozelandese costretta a rimandare le nozze

“Non sono diversa dagli altri neozelandesi, ho condiviso la sorte di molti altri a causa della pandemia” ha spiegato Jacinda Ardern.
A cura di Antonio Palma
La premier neozelandese Jacinda Ardern.
La premier neozelandese Jacinda Ardern.
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

A causa delle nuove norme anti covid varate dal suo stesso governo per far fronte a una nuova ondata di contagi, la premier neozelandese Jacinda Ardern è stata costretta a rimandare anche le sue nozze che erano in programma in questi giorni. Ad annunciarlo è stato lo stesso primo ministro spiegando: "Ho appena condiviso la sorte di molti altri neozelandesi che hanno avuto un'esperienza del genere a causa della pandemia". Parlando in conferenza stampa coi giornalisti, Ardern ha spiegato: “Non sono diversa dagli altri neozelandesi, oserei dire migliaia, che hanno avuto un impatto molto più devastanti dalla pandemia, il più terribile dei quali è l'impossibilità di stare con una persona cara a volte anche quando sono gravemente malati”. "Questo dolore supera di gran lunga qualsiasi tristezza che provo io adesso", ha aggiunto, sottolineando la necessità di regole ferree per fermare il contagio.

La Nuova Zelanda da inizio pandemia covid ha registrato oltre 15mila casi di contagio da coronavirus e circa 50 decessi, facendo scattare a più riprese severe norme anti contagio che più volte sono state abolite e ripristinate nel corso dei mesi. Le ultime norme anti covid varate dal governo presieduto da Ardern sono entrate in vigore a mezzanotte di domenica ora locale e sono state introdotte dalle autorità per mettere un freno al focolaio della variante Omicron. Le restrizioni includono un limite di 100 persone agli eventi e solo vaccinate, Ciò include anche i matrimoni. Questo ha indotto Ardem a rimandare il suo matrimonio con la conduttrice televisiva Clarke Gayford, già programmato.

Tra le altre restrizioni c’è l’obbligo di indossare la mascherina nei negozi e sui mezzi pubblici ma anche nelle scuole superiori. La scelta arriva dopo l’individuazione di un gruppo di nove casi di Omicron. Un focolaio è emerso da una famiglia che aveva partecipato a un matrimonio ad Auckland ed è risultata positiva dopo essere tornata a casa nell'Isola del Sud. Un altro da una assistente di volo che è risulta positiva alla variante del virus. La Nuova Zelanda ha messo in atto rigide regole Covid dall'inizio della pandemia che le hanno consentito di ridurre al minimo i decessi. Con i vaccini si è spinto molto in questo senso e ora circa il 94% della popolazione del paese di età superiore ai 12 anni è completamente vaccinata e il 56% di questi ha ricevuto anche la terza dose.

31089 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni