La strategia della singola dose di vaccino anti covid adottata nel Regno Unito per vaccinare quante più persone possibili sta funzionando. Secondo i dati resi noti dalle autorità sanitarie di Londra, infatti, in Inghilterra i ricoveri covid fra le persone a cui è stata somministrata una sola dose di vaccino sono crollati fino all'80% rispetto all'andamento generale. Dati che lo stesso ministro della salute britannico Matt Hancock non ha esitato a indicare come "eccitanti" parlando di sviluppi "seriamente incoraggianti" che mostrano "il potere della scienza". Secondo lo studio, negli ultraottantenni i dati suggeriscono che una singola dose ha ridotto dell'80% il ricovero in ospedale. Le cifre sui successi della campagna vaccinale a singola dose riferite oggi da Downing Street riguardano una vasta altea di 20milioni di persone in Inghilterra a cui si sommano gli altrettanti risultati positivi che rivano dalla Scozia.

Nel corso della conferenza stampa, infatti, è stato sottolineato che un impatto altrettanto drastico sui ricoveri è stato segnalato anche in Scozia con una riduzione dei contagi gravi da Covid su tutte le persone con una singola dose di vaccino. I numeri si riferiscono sia alle dosi del vaccino AstraZeneca/Oxford sia a quello Pfizer/BioNTech e sono ancora più significativi perché si riferiscono in larga parte a una platea di ultrasettantenni, vale a dire le persone più vulnerabili al coronavirus. Lo studio suggerisce anche che dopo 35 giorni la protezione di AstraZeneca sarebbe addirittura superiore a quella del siero Pfizer. "Questo dimostra che, se siamo pazienti", e non abbasseremo la guardia delle cautele del lockdown prematuramente, "il programma vaccinale ci porterà nei prossimi mesi in un mondo nuovo", ha dichiarato il professor Jonathan Van-Tam consigliere medico del governo britannico presenti al briefing odierno.

Per Hancock i nuovi dati confermano la bontà della decisione di far passare 12 settimane tra la prima e la seconda dose. L'invito degli esperti comunque di farsi somministrare "sia la prima dose sia il richiamo" quando si verrà convocati per arrivare all'efficacia massima prevista durante i trial clinici sugli antidoti. Lo stesso ministro Hanckock ha ricordato che questi numeri son solo l'inizio e che le misure anticontagio serviranno ancora a lungo.  Hanckock  ha ribadito che sarebbe prematuro abbassare le cautele del lockdown e ha notato che il calo di contagi prosegue, ma ha rallentato negli ultimi giorni in alcune zone del Regno