1.102 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
5 Settembre 2022
18:10

Mosca promette Gas se l’Ue revoca sanzioni ma report interno rivela: economia russa al collasso

Mosca promette di fornire di nuovo Gas all’Ue se verranno revocate le sanzioni ma un report interno rivela che l’economia russa ritornerà al livello pre guerra solo alla fine del decennio.
A cura di Antonio Palma
1.102 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Se l'Ue e l'Occidente revocheranno le sanzioni imposte alla Russia, dopo la guerra in Ucraina, Mosca aprirà di nuovo i rubinetti del Gas verso l'Europa. Suonano così le dichiarazioni rilasciate oggi dal portavoce del Cremlino, Dmitrij  Peskov, spiegando che i problemi con le forniture di gas all'Europa attraverso il gasdotto Nord Stream continueranno fino alla revoca delle sanzioni perché queste impediscono la manutenzione corretta dei macchinari del gasdotto.

Del resto la produzione di Gazprom "non sta diminuendo, ma sta addirittura aumentando" ha dichiarato il presidente russo Vladimir Putin, secondo quanto riferiscono le agenzie russe.  Parole e azioni che hanno spinto l'Alto rappresentante per la politica estera Ue, Josep Borrell, a definire le autorità di Mosca "regime fascista"  mentre dalla Casa Bianca accusano apertamente il Cremlino  di usare l'energia come arma.

Dietro la spavalderia di Mosca, che ieri aveva affermato che sta per scatenarsi una tempesta economica sull'Occidente, in realtà si nasconderebbero le paure del Cremlino per l'economa russa, messa in ginocchio proprio dalle sanzioni. Lo rivela Bloomberg citando un rapporto interno redatto in occasione di una riunione a porte chiuse di alti funzionari russi il 30 agosto scorso.

Secondo il report interno, la contrazione dell'economia russa avrà una ulteriore "accelerazione l'anno prossimo, con il ritorno al livello pre guerra solo alla fine del decennio o più tardi". Secondo l'analisi degli esperti russi, riportata dal quotidiano economico che ha potuto visionarla, il Paese potrebbe trovarsi ad affrontare una "recessione più lunga e più profonda con l'estendersi dell'impatto delle sanzioni statunitensi ed europee, penalizzando i settori su cui il Paese ha fatto affidamento per anni per alimentare la sua economia"

Nel dettaglio, il rapporto interno sull'economia della Russia si compone di tre scenari. Il primo più ottimistico vede l'economia toccare il fondo il prossimo anno con l'8,3% al di sotto del livello del 2021, quello più pessimistico prevede una discesa ulteriore fino al 2024 all'11,9% sotto il livello dell'anno scorso. Tutti gli scenari vedono la "pressione delle sanzioni si intensificherà e probabilmente altri Paesi si uniranno ad esse con l'Europa che si allontana dal petrolio e dal gas". Oltre alle restrizioni, il rapporto descrive nei dettagli come la "Russia si trova ora ad affrontare un blocco".

1.102 CONDIVISIONI
3139 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni