453 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
30 Maggio 2022
09:27

La TV di Stato russa minaccia: “Ricordate parole di Putin, conseguenze per chi interferisce in Ucraina”

Ancora minacce all’Occidente dalla tv di Stato russa. Il volto noto Dmitry Kiselyov si è scagliato nel corso della sua trasmissione contro gli Stati Uniti e le voci circa la spedizioni di razzi a lungo raggio a Kiev ricordando le parole di Putin: “Mosca risponderà a chi interferisce dall’esterno”.
A cura di Ida Artiaco
453 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

"Ci saranno conseguenze mai viste nella storia per chiunque tenti di interferire negli sviluppi dell'operazione in Ucraina". Dmitry Kiselyov, volto noto della tv di Stato in Russia, è tornato a minaccia l'Occidente nel corso della sua ultima trasmissione, andata in onda nelle scorse ore, come ha riportato Francis Scarr, giornalista della Bbc che si occupa del monitoraggio dei media di Mosca. Kiselyov parte affermando che "le consegne di tali armi non porteranno sicuramente la pace in Ucraina, ma solo nuove vittime", riferendosi alle voci sulla consegna da parte degli Stati Uniti di sistemi di lancio di razzi multipli a lungo raggio a Kiev.

"Effettuando tali spedizioni gli americani si pongono in una posizione sempre più ambigua, definendosi sempre più chiaramente come parte nel conflitto", ha continuato Kiselyov, aggiungendo: "Non è questo quello che Putin aveva avvertito prima del 24 febbraio? ‘Voglio adesso dire alcune importanti parole a quelli che potrebbero interferire dall'esterno in questi sviluppi. Non importa chi cerca di ostacolarci o tanto più crea minacce per il nostro Paese e per le nostre persone, devono sapere che la Russia risponderà immediatamente e le conseguenze saranno come non le hanno mai viste nel corso della storia. Spero che queste parole saranno ascoltate'".

Non è la prima volta che Kiselyov, conosciuto anche come "il portavoce di Putin", utilizza la tv di Stato russa per minacciare l'Occidente. Già lo scorso 2 maggio si era scagliato contro la Gran Bretagna. "Potremmo cancellarla con il drone sottomarino nucleare Poseidon, diventerebbe un deserto nucleare. Innescherebbe un'ondata radioattiva che farebbe precipitare quell'isola così piccola nelle profondità dell'oceano". Il riferimento in questo caso è a Poseidon, drone-bomba da 100 megatoni. La sua forza sarebbe superiore di circa 1.000 volte a quella della bomba sganciata su Hiroshima. "Susciterebbe uno tsunami che travolgerebbe interamente il Regno Unito" ha asserito.

453 CONDIVISIONI
2689 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni