2.091 CONDIVISIONI
Guerra in Ucraina
29 Ottobre 2022
19:17

La Russia sospende l’accordo sul grano dopo gli attacchi ucraini al porto di Sebastopoli

Mosca: “In seguito all’atto terroristico compiuto dal regime di Kiev con la partecipazione di esperti britannici contro navi della flotta del Mar Nero e navi civili impegnate per garantire la sicurezza dei corridoi del grano, la Russia sospende la sua partecipazione all’attuazione dell’accordo”.
A cura di Davide Falcioni
2.091 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Guerra in Ucraina

La Russia ha "sospeso" la sua partecipazione all'accordo sul grano. Ad annunciarlo è stato oggi il ministero della Difesa, secondo quanto riporta la Tass, dopo gli attacchi di oggi al porto di Sebastopoli in Crimea. "In seguito all'atto terroristico compiuto dal regime di Kiev con la partecipazione di esperti britannici contro navi della flotta del Mar Nero e navi civili impegnate per garantire la sicurezza dei corridoi del grano, la Russia sospende la sua partecipazione all'attuazione dell'accordo sull'esportazione di prodotti agricoli dai porti ucraini", ha annunciato il ministero della Difesa russo su Telegram.

La portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, ha aggiunto: "Il regime di Kiev non ha bisogno della stabilità mondiale e della sicurezza alimentare, altrimenti tutti si dimenticheranno di Zelensky e Kuleba. Pertanto, fanno di tutto per farsi ricordare con metodi terribili. Attacchi terroristici, ricatti nucleari, omicidi".

Onu in contatto con Russia, non fermare l'export di grano.

La sospensione delle esportazioni di grano rischia di far ripiombare decine di milioni di persone nella carestia. "È fondamentale che tutte le parti si astengano da qualsiasi azione che possa mettere in pericolo l'iniziativa sul grano, che è uno sforzo umanitario fondamentale che sta chiaramente avendo un impatto positivo sull'accesso al cibo per milioni di persone in tutto il mondo", ha dichiarato il portavoce delle Nazioni Unite, Stephane Dujarric, commentando la decisione della Russia.

Anche la Turchia, in coordinamento con le Nazioni Unite, avrebbe avviato i contatti con la federazione russa dopo la decisione di Mosca di sospendere la partecipazione all'accordo sull'esportazione di grano. Lo riferisce una fonte a Ria Novosti. Una fonte turca alla Tass ha riferito che "Ankara non ha ancora ricevuto alcuna comunicazione dalla Russia sulla sospensione della partecipazione all'accordo sul grano, quindi i commenti sono prematuri".

2.091 CONDIVISIONI
3314 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni