807 CONDIVISIONI
Guerra in Ucraina
7 Maggio 2022
11:19

La previsione della NATO sulla guerra ucraina: “Ulteriore escalation nelle prossime settimane”

Secondo il segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, “bisogna prepararsi ad una ulteriore escalation della guerra in Ucraina nelle prossime settimane”, anche se i soldati russi “soffrono di scarsa leadership, morale basso e molti non sanno per cosa stanno combattendo”.
A cura di Ida Artiaco
807 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Guerra in Ucraina

La NATO prevede una ulteriore escalation della guerra in Ucraina nelle prossime settimane. A dirlo è stato in una intervista al quotidiano Welt am Sonntag il segretario generale dell'Alleanza Atlantica Jens Stoltenberg. Il quale ha anche messo in guardia Mosca dall'uso di armi nucleari. "Il nostro messaggio è chiaro: se si usassero questo tipo di armi, ci sarebbero solo perdite, da tutte le parti. Non si può vincere una guerra nucleare e non dovrebbe mai essere combattuta, questo vale anche per la Russia", ha tuonato, condannando la retorica atomica di Mosca e definendola "irresponsabile e spietata", anche se ha precisato che dallo scorso 24 febbraio l'Alleanza non ha alcuna indicazione che l'arsenale atomico russo sia stato portato a un livello più alto di prontezza.

Stoltenberg, inoltre, ha anche invitato l'Occidente a continuare a fornire armi pesanti all'Ucraina. "Kiev ha urgente bisogno di armi più pesanti, si dovrebbero intensificare le consegne, fare di più e prepararsi per un impegno a lungo termine", perché "questo è l'unico modo in cui gli ucraini può respingere con successo l'invasione russa. Il Paese deve essere preparato per una lunga guerra con Mosca che potrebbe durare mesi o addirittura anni". Ma soprattutto, bisognerà prepararsi ad attacchi che diventeranno sempre più intensi nelle prossime settimane. "Ci aspettiamo offensive russe ancora più brutali, difficoltà ancora maggiori e ancora più distruzione di infrastrutture critiche e aree residenziali", ha detto Stoltenberg. Tuttavia, ha anche aggiunto, i soldati russi "soffrono di scarsa leadership, morale basso e molti non sanno per cosa stanno combattendo". Il segretario ha anche dichiarato che "i membri della NATO non accetteranno mai l’annessione illegale della Crimea. Ci siamo inoltre sempre opposti al controllo russo su parti del Donbass nell’Ucraina orientale".

Per quanto riguarda la possibilità che Finlandia e Svezia entrino a far parte dell'Alleanza Atlantica, il segretario della NATO ha promesso sostegno ai due Paesi durante la fase di transizione fino all'adesione definitiva: "Ad esempio, potrebbe esserci una nostra dichiarazione o una maggiore presenza ed esercitazioni della NATO nei due paesi", ha detto.

807 CONDIVISIONI
2237 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni