5.136 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
4 Aprile 2022
14:11

Il video dei “cadaveri che si muovono” a Bucha è una fake news complottista

In queste ore sono state diffuse online alcune fake news sul massacro di Bucha. Secondo i siti complottisti, i cadaveri mostrati nei filmati si muoverebbero al passaggio delle auto.
A cura di Gabriella Mazzeo
5.136 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Le immagini satellitari e quelle fornite dai giornalisti di CNN e Associated Press raccontano la catastrofe umanitaria di Bucha, nei pressi di Kiev, dove sono stati rinvenuti più di 400 cadaveri nelle fosse comuni. Secondo quanto dimostrato dalle riprese del satellite, sono state scavate già il 10 marzo scorso. I corpi senza vita di intere famiglie sono stati gettati nelle fosse comuni. Un vero e proprio massacro che in queste ore è stato messo in dubbio dalle assurde teorie diffuse da finti siti di fact-cheking. I russi negano di aver compiuto crimini di guerra e portano come prova un'analisi pubblicata dal sito "Warfakes" (Guerra ai falsi). Il "debunking" della strage è stato diffuso poi dai canali istituzionali di Mosca.

A diffondere false ricostruzioni su quanto accaduto a Bucha è il finto sito di fact cheking di Mosca aperto il giorno in cui è iniziata l'invasione in Ucraina. La nuova teoria del complotto sostiene che le vittime di Bucha siano in realtà "attori pagati per fingere". Per provarla, i complottisti sfruttano un video parziale e sgranato diffuso dal canale televisivo Espreso.TV. Nel filmato si vedono alcuni cadaveri sul ciglio della strada. Secondo Warfakes, poi ripreso anche in Italia, nelle immagini è possibile vedere prima un corpo senza vita che "muove la mano" e poi un altro che si alza al passaggio di un'auto. Un video completo di migliore qualità diffuso via Telegram da TSN, mostra che non esiste alcuna mano che si muove. La "macchia bianca" che si muove nelle riprese è in realtà una goccia di pioggia sul parabrezza della vettura dalla quale è stato girato il filmato

In Italia la teoria del complotto è stata condivisa dal sito VoxNews che ha ripreso quanto sostenuto dal portale russo. Secondo gli autori anonimi che per primi hanno messo in circolo la notizia falsa, l'Occidente vuole alimentare la campagna mediatica contro Mosca. Sostengono infatti che l'esercito russo abbia lasciato Bucha il 30 marzo e non il 1 aprile come annunciato dall'Ucraina.

La bufala della mano che si muove

Tornando alla questione della fantomatica "mano che si muove", grazie al contributo di AuroraIntel è possibile vedere con chiarezza che l'elemento in movimento ripreso dalla telecamera è in realtà una macchia bianca sul parabrezza dell'auto e che non si tratta quindi della mano dell'uomo a terra. Il canale di fact checking lo dimostra con un'inversione di colore delle immagini.

Il corpo a terra che si "alza" al passaggio dell'auto

Secondo i complottisti, un altro corpo a terra "si alza" quando l'automobile della TV si allontana. Nel video integrale diffuso da TSN (pubblicato qui) è possibile vedere che il cadavere non cambia posizione al passaggio della vettura. Infatti il corpo senza vita poggia su una borsa, che mantiene sollevata parte del busto, ed è posizionato tra il marciapiede e la strada. Quando la telecamera si allontana, il cadavere resta nella stessa posizione, ma viene ripreso da un'angolazione diversa

5.136 CONDIVISIONI
2584 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni