102 CONDIVISIONI
1 Ottobre 2021
12:33

La Cina vuole limitare il diritto all’aborto: “Eccessivo calo demografico, servono figli”

Il governo cinese ha deciso una stretta sugli aborti per ragioni non terapeutiche: ad annunciarlo è stato lunedì il Consiglio di Stato, secondo cui la politica del figlio unico adottata dal 1979 al 2016 per limitare le nascite e la “sovrappopolazione” avrebbe avuto, a lungo andare, gravi conseguenze di segno totalmente opposto, con una crescita demografica ai minimi storici.
A cura di Davide Falcioni
102 CONDIVISIONI

Il governo cinese ha deciso una stretta sugli aborti per ragioni non terapeutiche: ad annunciarlo è stato lunedì il Consiglio di Stato, secondo cui la politica del figlio unico adottata dal 1979 al 2016 per limitare le nascite e la "sovrappopolazione" avrebbe avuto, a lungo andare, gravi conseguenze di segno totalmente opposto, con una crescita demografica ai minimi storici, un importante invecchiamento della popolazione e, a causa del ricorso agli aborti selettivi, a uno sbilanciamento di genere, con 30 milioni di maschi in più, rispetto alle femmine.

Nel tentativo di evitare il collasso del sistema pensionistico e previdenziale che un invecchiamento della popolazione comporterebbe, l'Ufficio politico del Partito comunista cinese è corso ai ripari, e – come spiega la rivista Elle, "il primo passo è stato, nel 2016, la decisione di introdurre la possibilità di tornare ad avere due figli per coppia. Si pensava che sarebbe bastata una legge per tornare a riempire le culle, ma i fatti hanno dimostrato il contrario, da qui l'idea di aggiornare la norma a tre figli per coppia. Non è stato sufficiente: il tasso di fertilità è sceso da 1,6 nati vivi per donna nel 2016 a 1,3 per donna nel 2020". Da qui la decisione di intervenire con ancora maggior decisione; lunedì il governo di Pechino ha dichiarato di voler proibire tutti gli aborti per "scopi non terapeutici", con buona pace della libertà di scelta e dell'autodeterminazione delle donne cinesi. "Questo governo negli ultimi 40 anni ha cercato di limitare i diritti riproduttivi delle donne, prima costringendole ad abortire con la forza, ora limitando gli aborti. Non so cosa significhi aborto per ragioni non terapeutiche ma tutti quelli che conoscono il governo sanno che non sarà qualcosa di buono" ha dichiarato Yaqiu Wang, ricercatrice per Human Rights Watch. Come il governo intenda applicare questa legge non è ancora chiaro soprattutto perché non è stato esplicitato il significato di “non terapeutico”.

102 CONDIVISIONI
La Polonia pensa a una nuova stretta sull'aborto, Amnesty: "Ennesimo attacco ai diritti delle donne"
La Polonia pensa a una nuova stretta sull'aborto, Amnesty: "Ennesimo attacco ai diritti delle donne"
La Commissione Ue presenta il pacchetto di norme sui rider, Von der Leyen: "Servono pari diritti"
La Commissione Ue presenta il pacchetto di norme sui rider, Von der Leyen: "Servono pari diritti"
Iran, due violente scosse di terremoto: almeno un morto, migliaia di persone fuori casa
Iran, due violente scosse di terremoto: almeno un morto, migliaia di persone fuori casa
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni