Il Nobel per la Pace 2021 a Donald Trump? A pensarci e a "candidarlo" è un parlamentare norvegese, che ha formalmente nominato l'attuale presidente americano per il ruolo di mediazione svolto nell'accordo di Pace tra Israele e Emirati Arabi Uniti. "Penso che Trump abbia compiuto più sforzi di qualunque altro candidato per creare Pace tra le nazioni", è il parere del norvegese Christian Tybring-Gjedde che ha detto la sua alla Fox News, la tv più amata dall'inquilino della Casa Bianca. “Dato che si attende che altre nazioni mediorientali seguano il percorso fatto dagli Emirati – si legge nella lettera presentata per la candidatura del tycoon -, questo accordo potrebbe essere un punto di svolta che trasforma il Medio Oriente in una zona di prosperità e cooperazione”. "Il comitato dovrebbe guardare ai fatti e giudicarlo su quelli, non sui suoi comportamenti", ha proseguito il parlamentare norvegese. Tybring-Gjedde aveva presentato la candidatura per il presidente degli Stati Uniti anche nel 2018.

L'anticipazione del consigliere per la sicurezza nazionale Usa – Ad accennare, già qualche settimana fa, alla possibilità che il presidente Donald Trump fosse nominato per il Nobel per la Pace 2021 era stato Robert O'Brien, consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti. “È davvero notevole se si fa un passo indietro e si guarda a ciò che questo presidente ha fatto sul fronte della pace – aveva detto il consigliere O’Brien – E non mi sorprenderebbe se alla fine il presidente venisse nominato. Il lavoro di oggi è un esempio del motivo per cui sarebbe giustamente considerato e dovrebbe essere in prima linea per il Premio Nobel per la pace”.