742 CONDIVISIONI
Covid 19
16 Settembre 2021
19:18

I vaccini Covid non alterano il ciclo mestruale delle donne

Secondo l’Mhra, l’ente regolatore britannico, non vi è alcun legame tra i vaccini anti Covid e alterazioni del ciclo mestruale o sanguinamento vaginale inaspettato. Dopo aver esaminato circa 30mila segnalazioni su oltre 47 milioni di dosi somministrate nel Regno Unito fino ad oggi alle donne, gli esperti hanno confermato: “I benefici della vaccinazione superano i rischi per la maggior parte delle persone. I problemi mestruali sono molto comuni e possono dipendere da una serie di fattori, incluse pregresse condizioni non diagnostiche come fibromi ed eccesso di stress”.
A cura di Ida Artiaco
742 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Non vi sono prove che possano collegare i vaccini anti Covid con alterazioni del ciclo mestruale o sanguinamento vaginale inaspettato. È quanto ha spiegato l'Mhra, l'ente regolatore britannico, chiamato ad esprimersi circa alcuni problemi segnalati dalle donne inglesi dopo essersi sottoposte alla vaccinazione contro il Coronavirus. L'Mhra ha anche aggiunto che "i problemi del ciclo sono comuni, ma se si notano cambiamenti insoliti o persistenti dopo il ciclo di vaccinazione, allora bisogna contattare il proprio medico curante". Catherine Tregunno, membro dell'Agenzia, in un video condiviso su Twitter ha voluto rassicurare "che la nostra rigorosa valutazione di questi casi non supporta alcun collegamento tra i problemi al ciclo mestruale e i vaccini contro il Coronavirus". Secondo l'esperta non c'è evidenza che questo tipo di vaccinazione causi infertilità o che possa in qualche modo influenzare la propria capacità di avere figli.

"Noi rimaniamo del parere che i benefici della vaccinazione superano i rischi per la maggior parte delle persone – ha aggiunto Tregunno – ed è di vitale importanza che ciascuno si sottoponga alla somministrazione della prima e della seconda dose quando invitato a farlo. Anche se sono comprensibilmente fonte di preoccupazione, i problemi mestruali sono molto comuni e possono dipendere da una serie di fattori, incluse pregresse condizioni non diagnostiche come fibromi ed eccesso di stress". Tuttavia, se le alterazioni al ciclo mestruale dovessero persistere dopo la vaccinazione, è consigliato rivolgersi al proprio medico. Come riporta la BBC, l'autorità di regolamentazione del Regno Unito ha ricevuto più di tremila segnalazioni di problemi mestruali su oltre 47 milioni di dosi somministrate nel Regno Unito fino ad oggi alle donne, tra cui mestruazioni più pesanti del solito, ritardi e sanguinamento inaspettato dopo tutti e tre i vaccini approvati. Ma, dopo aver esaminato i rapporti, l'Mhra ha affermato che "non supporta alcun legame" tra i vaccini Covid e i sintomi.

742 CONDIVISIONI
27584 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni