42 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Guerra in Ucraina

Guerra Ucraina, per Stoltenberg Kiev deve poter colpire la Russia: “Stop limiti sull’uso delle armi”

Stoltenberg ha invitato gli alleati della Nato che forniscono armi all’Ucraina a porre fine al divieto di usarle per colpire obiettivi militari in Russia. Lo dice in una intervista a The Economist. Secondo il settimanale il leader dell’Alleanza si riferisce in particolare agli Stati Uniti.
A cura di Susanna Picone
42 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ha invitato gli alleati a eliminare le restrizioni sull'uso delle armi da parte dell'Ucraina per colpire obiettivi militari russi. “Penso che sia giunto il momento per gli alleati di considerare se dovrebbero eliminare alcune delle restrizioni imposte sull’uso delle armi che hanno donato all’Ucraina – è quanto ha detto Stoltenberg in un'intervista all'Economist – soprattutto ora che molti combattimenti sono in corso a Kharkiv, vicino al confine”.

Le parole di Stoltenberg sull'Ucraina

Per poi aggiungere: "Negare all'Ucraina la possibilità di usare queste armi contro obiettivi militari legittimi sul territorio russo rende molto difficile per loro difendersi”. "Questa è una guerra di aggressione della Russia contro l'Ucraina – ripete – L'Ucraina ha il diritto di difendersi e questo include anche colpire obiettivi in territorio russo".

Chiaro obiettivo di Stoltenberg, ma non viene mai nominato, è la politica del presidente americano Biden – scrive l'Economist – di controllare ciò che l'Ucraina può e non può attaccare con i sistemi forniti dagli americani. Sul rischio escalation, Stoltenberg ha ribadito la necessità di “impedire che il conflitto si trasformi in una vera e propria guerra tra Russia e Nato in Europa”, ma esiste una differenza tra fornire armi, addestramento e l’impegno militare diretto. “Non saremo coinvolti nelle operazioni di combattimento – ha detto – non abbiamo alcuna intenzione di inviare truppe di terra Nato in Ucraina. Vogliamo sostenere Kiev, ma anche garantire che la situazione non si trasformi in un'escalation del conflitto su vasta scala”.

Le ultime notizie sulla guerra in Ucraina: missili su Kharkiv

La guerra in Ucraina, intanto, va avanti. Nella notte del 25 maggio la Russia ha lanciato quattro attacchi missilistici su Kharkiv e sul suo distretto. Lo ha detto Dmytro Chubenko, portavoce della procura regionale di Kharkiv, riferisce Ukrinform. Sarebbero stati lanciati sulla città – stando alle prime informazioni – missili balistici S-300 nel quartiere Slobidskyi. Uno avrebbe colpito un edificio del liceo, l'altro una zona industriale.

Nella giornata di venerdì la Reuters, citando fonti vicine a Putin, ha elencato le condizioni per cui il presidente russo sarebbe pronto a un cessate il fuoco in Ucraina. Lo stesso Putin ha affermato di essere sì pronto a trattative che partano dalla "realtà che si è creata sul terreno", ma ha aggiunto che la base deve essere la bozza delineata da negoziatori ucraini e russi a Istanbul nel marzo 2022. Tutto questo mentre il suo portavoce, Dmitry Peskov, smentiva che possa essere accettato un congelamento delle ostilità sulle attuali posizioni.

42 CONDIVISIONI
4316 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views