Gibilterra, il piccolo territorio britannico sulla costa meridionale della Spagna, ha quasi finito di vaccinare la sua popolazione adulta contro il Covid (l'ultimo dato parla di un 90%). Nel Paese – riconosciuto dall’ONU nella lista degli Stati non autonomi, con una popolazione di circa 34mila abitanti, e che dall’inizio della pandemia ha avuto 4.263 casi di contagio e 94 morti – negozi, bar e ristoranti sono già aperti, e dopo il coprifuoco, il governo locale ha revocato domenica anche l’obbligo della mascherina nelle strade più affollate del centro urbano. Presto il territorio britannico d’oltremare potrebbe accogliere anche i viaggiatori. Tutto dipenderà dalle decisioni che prenderà il premier inglese Boris Johnson. Al momento, chi si reca a Gibilterra dal Regno Unito deve provare di essere negativo al tampone molecolare o prenotare online un tampone rapido nei check point predisposti fuori dal terminal degli arrivi. C'è poi da fare un ulteriore test, se dopo 5 giorni si trovano ancora nel Paese.

Tutti vaccinati grazie al Regno Unito

Vaccinare l’intera popolazione adulta è stato possibile solo grazie sostegno dello stesso Regno Unito. Il primo ministro di Gibilterra, Fabian Picardo, ha dichiarato: “La lealtà del popolo di Gibilterra alla Corona inglese non è e non sarà mai messa in dubbio. In questi momenti strazianti e difficili, la nostra profonda lealtà è stata riconosciuta e ripagata. Il Regno Unito ha giocato un ruolo fondamentale sulle vaccinazioni e siamo stati tra i beneficiari della famiglia delle nazioni britanniche”. Intervenendo al parlamento di Gibilterra, ha aggiunto: “Ora siamo tutti vaccinati o stiamo per esserlo, ma non siamo ancora fuori pericolo”.

L'uscita dalla pandemia di Gibilterra

Picardo ha sottolineato che i gibilterrini, nonostante il successo del programma, dovranno comunque continuare ad attenersi alle misure di restrizione. Come riporta il Daily Mail Samantha Sacramento, il ministro della Sanità di Gibilterra, ha dichiarato: “Le misure e le precauzioni che abbiamo implementato stanno funzionando e dobbiamo ricordare l’impegno che il personale dell’Autorità sanitaria di Gibilterra ha messo per raggiungere questo obiettivo”. “Il successo del nostro programma di vaccinazione ci sta permettendo di riprendere uno stile di vita più normale di cui dovremmo essere grati”, ha aggiunto il primo ministro Fabian Picardo.