Dopo l'Italia la Spagna è il paese europeo che sta attraversando le maggiori difficoltà nell'emergenza coronavirus. Nel paese iberico infatti crescono a ritmo sostenuto i contagi e le vittime: i malati sono almeno 33.089, dei quali 2.355 sono ricoverati in terapia intensiva. I morti sono 2.182, con un aumento di 462 vittime nelle ultime 24 ore. Rispetto alla giornata di ieri in Spagna i contagi sono aumentati di 4.517 unità, con un incremento del 14%, hanno riferito le autorità sanitarie. Allo stesso tempo "si va assestando la percentuale dei pazienti in terapia intensiva". Inoltre, "oltre il 10% dei contagiati sono stati dimessi", ha spiegato il direttore del centro di coordinamento delle emergenze del ministero Fernando Simon. "Ma c'è un altro dato che non ci piace: sono i 3.310 operatori sanitari contagiati ". Attualmente, i pazienti ancora ammalati sono meno di 27.000. Ad allarmare è soprattutto la situazione di Madrid, dove i reparti di terapia intensiva sono letteralmente al collasso e i pazienti malati di covid-19 sono sistemati per terra nei corridoi in attesa di reperire dei letti disponibili.

Coronavirus, contagiata anche la vicepremier Carmen Calvo

A fare le spese della pandemia anche la vice premier spagnola Carmen Calvo, che è stata ricoverata da ieri sera a causa di un’infezione respiratoria. Il coronavirus però ha contagiato anche altre due ministre e vi sono casi tra i deputati e nella famiglia del presidente del consiglio, Pedro Sánchez, di cui è risultata positiva la moglie, Begoña Gómez. Sono ricoverati in ospedale sia la madre che il suocero. Il primo ministro è negativo al test, ma è in isolamento cautelativo alla Moncloa da dove dirige il governo in video conferenza.

L’accelerazione dell’epidemia fra le parlamentari e le ministre (è positiva anche la presidente della comunità di Madrid, Isabel Díaz Ayuso) è stata imputata alla grande manifestazione che si è celebrata a Madrid l’8 marzo per la Festa della donna e che ha visto la partecipazione di centomila persone, tra le quali la madre del premier. Tra loro c’era anche la numero due del governo, Carmen Calvo, che proprio ieri, al termine dei 14 giorni di incubazione, ha cominciato a manifestare sintomi sospetti ed è stata portata alla clinica Ruber di Madrid.