Saranno 30 gli italiani che saranno evacuati dalla nave Diamond Princess in quarantena da settimane a Yokohama, in Giappone, a causa dell’epidemia di Coronavirus. Con loro ci saranno anche altri 27 passeggeri di altre nazionalità europee i cui governi hanno richiesto all’Italia assistenza. Lo ha rivelato oggi il viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, facendo il punto della situazione sul piano di evacuazione messo in atto dal governo italiano per riportare in patria i nostri connazionali bloccati sulla nave. A riportarli a casa sarà un aereo appositamente allestito dalla Farnesina che partirà alle 19 dall’Italia verso il Giappone. Come chiarito dallo stesso rappresentante del governo, infatti, l’aereo già decollato nelle scorse ore da Roma trasportava solo medici e infermieri incaricati di controllare i passeggeri prima dell’imbarco sull’altro velivolo che deve ancora partire dall’Italia.

Diamond Princess, volo italiano arriverà giovedì a Yokohama

“Quando il secondo volo che partirà dall'Italia verosimilmente in serata arriverà a Yokohama, dove si trova la nave Diamond Princess, coloro che dovranno imbarcarsi lo faranno e verranno portati in Italia: si tratta di circa 30 italiani e 26-27 persone di altre nazionalità europee, come Polonia, Francia e Germania, per un totale di 56-57 passeggeri, purché risultino negativi al test per il coronavirus" ha spigato Sileri all’ansa. Per tutti dunque saranno rifatti i test anche se sono risultati già negativi a bordo nave.  Il volo partito stanotte da Ciampino "ha portato a bordo un gruppo di sanitari, compresi i tecnici del dipartimento scientifico dell'esercito che faranno i test sugli italiani e anche non italiani, che verranno poi imbarcati su un secondo volo, che partirà verosimilmente in serata dall'Italia” ha chiarito il Viceministro.

 

Test coronavirus su tutti i passeggeri italiani della Diamond Princess

I passeggeri italiani della Diamond Princess dunque per ora non sono sbarcati insieme agli altri passeggeri ma restano a bordo in attesa dei controlli in arrivo dall’Italia. Il loro sbarco probabilmente avverrà domani e solo dopo i controlli da parte del team medico in arrivo dall'Italia con l'aereo decollato ieri sera da Ciampino. Chi risulterà negativo al test del coronavirus, infine, sarà trasportato in aeroporto e potrà salire sul volo dell’aeronautica militare. Il loro arrivo in Italia è previsto poi per venerdì a Pratica di Mare. Al rientro in Italia saranno sottoposti  a un periodo di quarantena di quattordici giorni presso le strutture militari di Pratica di Mare e del centro sportivo della Cecchignola, a Roma.

Il ministero giapponese della Salute ha fatto sapere che le persone sbarcate dalla Diamond Princess in queste ore verranno tenuti sotto controllo e sottoposti a controlli sanitari per un certo periodo. Si tratta di persone risultate negative ai test. Coloro invece che hanno condiviso la cabina con passeggeri contagiati, anche se negativi ai test, dovranno rimanere a bordo per un ulteriore periodo di quarantena.  Gli barchi infatti proseguiranno man mano nei prossimi giorni.