Loro si chiamano Tommy e Maryanne Pilling e, anche se chi li conosce ne parla come una coppia di fidanzatini innamorati, sono sposati da ben ventiquattro anni. Tommy e Maryanne – la loro storia trova da tempo spazio sui media britannici – sono la prima coppia con sindrome di Down a essersi sposati nel Regno Unito. Il loro matrimonio risale al 1995 e ora, ventiquattro anni dopo, sono ancora felici e innamorati come il primo giorno. Chi li conosce definisce la loro storia d’amore come una “favola”. Maryanne ha quarantotto anni e dice di essersi innamorata di suo marito il giorno il cui lo ha visto per la prima volta. Tommy, sessantuno anni, indicando la sua fede nuziale dice di indossarla ogni giorno. Tommy e Maryanne si sono incontrati nell’estate del 1990 in un centro per adulti con difficoltà di apprendimento: dopo 18 mesi da quel primo incontro Tommy acquistò un anello di plastica da un distributore automatico e, dopo aver chiesto il permesso alla mamma di Maryanne, le chiese di sposarlo. “Tutti dovrebbero poter sposare l'amore della propria vita”, ha raccontato la mamma di Maryanne, che vive in un appartamento accanto a quello della coppia.

“Ci siamo sposati il ​​15 luglio. Avevo un vestito bianco e indossavo una corona come una principessa. Tommy indossava un completo con camicia e cravatta. Il giorno del mio matrimonio è stato il giorno più bello della mia vita. Amo mio marito. È il mio migliore amico”, racconta dopo tanti anni ancora Maryanne. Con l’aiuto della mamma della donna, la coppia di coniugi ha imparato a svolgere i lavori quotidiani in casa e insieme hanno anche imparato a cucinare. Dal giorno del matrimonio Maryanne e Tommy hanno sempre festeggiato il loro anniversario ma purtroppo il prossimo anno l’uomo potrebbe avere problemi a ricordarlo: gli è stata infatti diagnosticata cinque anni fa una forma di demenza e già fa fatica a svolgere alcune attività quotidiane come legarsi le scarpe o lavarsi i capelli. Gli è già capitato, purtroppo, di dimenticare anche la sua Maryanne. Lei però è determinata a fare tutto il possibile per aiutare suo marito. Marito e moglie hanno da qualche anno anche una pagina Facebook seguita da migliaia di persone in cui raccontano la loro storia d’amore che è riuscita a sfatare ogni pregiudizio.