Conflitto in Ucraina
24 Maggio 2022
09:01

Come sta andando l’avanzata russa nel Donbass: l’analisi dell’Intelligence britannica

Secondo l’Intelligence inglese, la Russia sta intensificando la sua offensiva in Donbass ma ha ottenuto finora successi solo “localizzati” grazie alla resistenza ucraina: “Ma questa operazione è solo una parte della campagna russa per impadronirsi della Regione orientale”.
A cura di Ida Artiaco
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

La Russia sta intensificando la sua offensiva in Donbass dopo aver archiviato la questione acciaierie Azovstal a Mariupol. È quanto ha confermato il Ministero della Difesa britannico nel suo aggiornamento quotidiano sulla guerra in Ucraina. Mosca, secondo l'Intelligence inglese, ha aumentato l'intensità delle sue operazioni nella Regione ad Est, ma ha ottenuto finora successi solo "localizzati" grazie alla resistenza ucraina e comunque se la linea del fronte orientale si dovesse spostare più a Ovest, questo estenderà le linee di comunicazione russe e "probabilmente vedrà le sue forze affrontare ulteriori difficoltà di rifornimento logistico".

Al momento, scrive ancora il Ministero della Difesa britannico, i combattimenti più pesanti si stanno verificando nelle aree di Severodonetsk, Lyschansk e Rubizhne, che i russi vorrebbero arrivare a circondare. Attualmente gli assi settentrionale e meridionale di questa operazione sono separati da circa 25 km di territorio controllato dall'Ucraina. "C'è stata una forte resistenza ucraina con forze che hanno occupato posizioni difensive ben scavate". L'operazione dell'Ucraina "probabilmente mantiene il comando e il controllo effettivi di questo fronte. La Russia ha comunque ottenuto alcuni successi localizzati, dovuti in parte alla concentrazione di unita' dell'artiglieria; e la cattura da parte della Russia della sacca di Severodonetsk vedrebbe l'intera Oblast di Luhansk posta sotto l'occupazione russa". Ovviamente "sebbene attualmente sia lo sforzo principale della Russia, questa operazione è solo una parte della campagna russa per impadronirsi del Donbass".

Su quanto sta avvenendo in Donbass è intervenuto anche il presidente ucraino Zelensky nel suo consueto videomessaggio notturno pubblicato sui propri canali social: "La situazione più difficile oggi è nel Donbass. I combattimenti sono in corso a Bakhmut, Popasna e Severodonetsk, dove gli occupanti stanno concentrando la maggiore parte delle loro attività, massacrando e cercando di distruggere tutto ciò che c'è lì. Nessuno ha letteralmente distrutto il Donbass tanto quanto l'esercito russo sta facendo adesso". E poi ancora: "Le forze russe stanno lottando duramente per non rinunciare alle aree occupate della regione di Kharkiv, di Kherson, di Zaporizhzhia e del Donbass. In alcune zone attaccano e accumulano personale e mezzi, rafforzando le loro posizioni. Le prossime settimane di guerra saranno difficili. E dobbiamo esserne consapevoli. Eppure non abbiamo altra alternativa che combattere e vincere. Dobbiamo liberare la nostra terra e il nostro popolo. Perché gli occupanti vogliono portarci via non solo qualcosa, ma tutto ciò che abbiamo. Compreso il diritto alla vita degli gli ucraini".

2594 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni