Conflitto in Ucraina
12 Maggio 2022
17:18

Come sta andando la controffensiva ucraina nel 78esimo giorno di guerra

Continua la controffensiva ucraina nei territori ad Est, nell’area di Kharkiv. L’Intelligence inglese: “Tacita ammissione dell’incapacità della Russia di conquistare città chiave dell’Ucraina dove si aspettavano una resistenza limitata da parte della popolazione”. Ancora attacchi su Mariupol.
A cura di Ida Artiaco
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Va avanti la controffensiva ucraina nelle regioni dell'Est, dove le truppe russe si trovano in seria difficoltà sul campo. In particolare, la resistenza locale si è imposta nelle aree nei dintorni di Kharkiv, riconquistando alcuni insediamenti e respingendo i soldati di Putin fino a 10 chilometri dal confine. È quanto emerge dall'ultimo report del Ministero della Difesa britannico sul conflitto in corso ormai da 78 giorni. Secondo l'Intelligence inglese, in questo settore le forze di Mosca si trovano costrette alla difensiva e avranno bisogno di rinforzi per evitare un'ulteriore avanzata di Kiev verso la frontiera.

"La priorità data dalla Russia alle operazioni in Donbass ha lasciato gli elementi dispiegati nell'Oblast di Kharkiv vulnerabili alle forze di contrattacco ucraine, mobili e altamente motivate", si legge nell'ultimo aggiornamento del Ministero della Difesa di Londra, secondo la quale "il ritiro delle forze russe dalla regione di Kharkiv è una tacita ammissione dell'incapacità della Russia di conquistare città chiave dell'Ucraina dove si aspettavano una resistenza limitata da parte della popolazione". E ancora: "Nonostante il successo russo nell'accerchiamento di Kharkiv nelle prime fasi del conflitto, risulta che Mosca abbia ritirato unità dalla regione per riorganizzare e rimpolpare le proprie forze a seguito di pesanti perdite. Una volta ricostituite, queste forze si schiereranno probabilmente sulla riva orientale del fiume Siverskyi Donets, formando una forza di blocco per proteggere il fianco sinistro della principale concentrazione di forze russe e le principali linee di rifornimento per le operazioni nei pressi di Izyum".

Intanto, sul versante Sud continua l'offensiva russa su Mariupol. Come hanno fatto sapere le forze armate ucraine in un report sull’andamento del conflitto pubblicato sulla loro pagina Facebook, nella città portuale affacciata sul mar d'Azov, "gli occupanti russi sono concentrati nel tentativo di distruggere le nostre unità nell’area dell’impianto Azovstal. Il nemico non smette di infliggere attacchi aerei". Secondo il consigliere del sindaco Petro Andriushchenko, intervenuto su Telegram e citato da Ukrinform, le truppe russe stanno bloccando le uscite dai passaggi sotterranei dell'acciaieria, ultimo bastione della resistenza ucraina. "L'obiettivo principale dell'esercito russo è bloccare le uscite dai passaggi sotterranei, che sono stati indicati al nemico da un traditore. Tuttavia, i difensori di Mariupol stanno facendo tentativi di contrattacco, rischiando tutto. Non ci sono parole per descrivere l'eroismo dei difensori di Mariupol", ha scritto Andriushchenko.

2577 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni