6.721 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
21 Luglio 2022
12:05

Casa distrutta da missili russi prima delle nozze, sposa ucraina posa tra le macerie in abito bianco

La coppia ha deciso di non rinunciare al matrimonio ma nel giorno delle nozze Daria ha scelto di farsi fotografare all’interno della casa di Vinnytsia distrutta col suo abito bianco e il bouquet.
A cura di Antonio Palma
6.721 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

"Ho deciso di farlo perché il mondo intero dovrebbe sapere cosa sta facendo la Russia" così Daria Steniukova, neo sposa ucraina, ha raccontato la scelta di fari ritratte in fotto in abito da sposa bianco tra le macerie della sua abitazione distrutta dai missili russi alla vigilia delle sue nozze.

Daria infatti è una delle abitanti di Vinnytsia, la città ucraina bombardata dai russi la scorsa settimana con un bilancio drammatico di 25 morti e decine di feriti tra cui diversi bambini.

Era già tutto pronto per il matrimonio della 31enne col compagno e coetaneo  Vitaly Zavalniuk quando mercoledì della  scorsa settimana missili navali Kalibr lanciati da navi nel Mar Nero hanno devastato la cittadina dell’Ucraina centrale.

Tra gli edifici civili colpiti dal bombardamento anche la casa di infanzia di Daria che è andata completamente distrutta.

La coppia ha deciso di non rinunciare al matrimonio che è stato celebrato, come da programma, venerdì scorso ma i due sposi hanno deciso di posticipare i festeggiamenti perché "c'era lutto nella nostra città", ha detto la sposa.

Nel giorno delle nozze invece Daria ha scelto di farsi fotografare all'interno di quella abitazione distrutta col suo abito bianco e il bouquet in mano.

Una  foto scattata dal suo fotografo che vuole essere il simbolo della distruzione che ha portato questa guerra.

"Con mio marito volevamo dimostrare che si può ancora  vivere durante la guerra" ha rivelato Steniukova in un post su Instagram, affermando però di essere stata derubata dei suoi ricordi d'infanzia nell'attacco

"Un pezzo si è staccato dal mio cuore… dall'onda d'urto, la mia casa natale è stata distrutta, la mia casa e dei miei genitori. E questa è solo una piccola parte che è nella foto. In quel momento  la casa era occupata da persone che si erano trasferite da Kharkiv. Sono vive e stanno bene. Ma non riesco a immaginare cosa stia succedendo nelle loro menti. Insieme a questo, so com'è quando l'infanzia viene portata via. Portano via ciò in cui hai messo il cuore e l' anima. Fa male" ha scritto la donna, aggiungendo: " Questo orrore non sarà mai dimenticato"

6.721 CONDIVISIONI
2807 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni