109 CONDIVISIONI
Covid 19
4 Giugno 2022
09:44

A Shanghai, in Cina, ci sono ancora 2 milioni di persone in in lockdown per il Covid

Nonostante le restrizioni anti-Covid siano state eliminate in quasi tutta la città, a Shanghai, in Cina, 2 milioni di persone sono di nuovo in lockdown.
A cura di Giacomo Andreoli
109 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Ancora 2 milioni di persone in lockdown. Nonostante le restrizioni anti-Covid siano state eliminate in quasi tutta la città, a Shanghai, in Cina, in tantissimi continuano ad essere costretti a stare dentro casa. Alcuni quartieri, infatti, sono stati definiti dalle autorità "ad alto rischio" e per questo da mercoledì quasi 2 milioni di persone sulle 26 totali che abitano nella megalopoli hanno subito nuovamente la restrizione più dura. Il giorno dopo, giovedì, sono poi stati rilevati sette nuovi casi di coronavirus nei distretti di Jing'an e Pudong. Così quattro quartieri, definiti a ‘medio rischio', sono stati di nuovo chiusi per 14 giorni.

Per una grossa fetta della popolazione, così, continua l'incubo iniziato due mesi fa con il lockdown totale imposto con lo scoppiare dei contagi in città. Solo due giorni fa, invece, i media internazionali salutavano la ritrovata normalità per tutti gli abitanti, raccontando di feste in strada e attrazione turistiche che riprendevano ad essere frequentate da centinaia di persone. "Abbiamo fatto molti sacrifici e dobbiamo ricordare questo giorno e accogliere di nuovo la Shanghai che conosciamo e che ci è mancata" aveva detto Yin Xin, portavoce della municipalità cittadina.

Il primo via libera alle uscite era arrivato dopo ben 65 giorni di lockdown duro, che sarebbe dovuto durare inizialmente solo 9 giorni. Durante tutto questo periodo non sono mancati momenti di tensione tra forze dell'ordine e cittadini e di sconforto, come avevano raccontato anche alcuni italiani a Fanpage.it. La notizia delle nuove chiusure, quindi, scatena nuove preoccupazioni nella popolazione, che ora teme di tornare a ciò che aveva appena lasciato. Il Paese del Dragone, infatti, vuole continuare a portare avanti la sua strategia Covid-zero a qualunque costo e se i casi dovessero tornare ad essere molto alti non è affatto escluso che venga chiusa tutta la città per l'ennesima volta.

109 CONDIVISIONI
31606 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni