Il ministero dello Sviluppo economico ha pubblicato il modulo con cui le imprese possono chiedere il prestito con garanzia statale al 100% fino a 25mila euro. "A seguito della pubblicazione del Decreto liquidità in Gazzetta ufficiale, il Ministero dello Sviluppo economico si è adoperato per rendere immediatamente attuative le misure approvate in favore di imprese, artigiani, autonomi e professionisti. Per ridurre i tempi di attuazione era stata già inviata alla Commissione Ue, ancor prima dell'approvazione del decreto legge, la notifica con la quale era stata richiesta l'autorizzazione ad adottare questi nuove regole di aiuti di stato e che oggi ha ricevuto il tempestivo via libera da Bruxelles", si legge nel sito del Mise. Il modulo è scaricabile dal sito fondidigaranzia.it: come ha potuto verificare Fanpage.it il sito, fin dalla mattina, risulta in tilt o fortemente rallentato. Spesso la pagina risulta inaccessibile a causa probabilmente dell'elevato numero di accessi.

"Il MiSE e Mediocredito Centrale, gestore del Fondo di Garanzia, stanno inoltre lavorando insieme all’Associazione bancaria italiana e ai principali istituti di credito per rendere attivi e disponibili, in tempi brevi, tutti i sistemi informatici e la modulistica necessaria alla richiesta di garanzia per i beneficiari delle misure, che si prevedono numerosi. È già disponibile on line sul sito “fondidigaranzia” il modulo per la richiesta di garanzia fino a 25mila euro, che il beneficiario dovrà compilare e inviare per mail (anche non certificata) alla banca o al confidi al quale si rivolgerà per richiedere il finanziamento. Allo stesso tempo si sta lavorando per accelerare le istruttorie bancarie con l’obiettivo di ridurre a pochissimi giorni il tempo di attesa tra la richiesta di finanziamento e l’accredito delle somme richieste sul proprio conto corrente", si legge ancora nel sito del ministero.

Dal 14 aprile 2020 è quindi possibile scaricare il modulo per richiedere il prestito garantito dallo Stato: basterà compilarlo e inviarlo via mail alla propria banca. Il prestito potrà arrivare fino a 25 mila euro ed è parte delle misure messe in campo dal governo per sostenere le imprese, assicurando loro liquidità facilmente accessibile, durante la crisi da coronavirus.

Solo le Piccole e medie imprese potranno avere acceso a un prestito agevolato coperto al 100% dallo Stato: le grandi aziende, invece si dovranno rivolgere a Sace, controllata dalla Cassa depositi e prestiti, che erogherà garanzie tra il 70% e il 90%. Ad ogni modo, l'importo del prestito non potrà superare il 25% del fatturato dello scorso anno o il doppio del costo del personale sostenuto dall'azienda. Una garanzia al 100% fino ai 25mila euro significa, in altre parole, un prestito praticamente automatico senza la valutazione del merito di credito: le banche potranno concedere liquidità senza attendere l'ok da parte del Fondo di garanzia per le Pmi.