47.791 CONDIVISIONI
27 Luglio 2021
16:40

Il canone Rai esce dalla bolletta: presto non verrà più pagato insieme all’energia elettrica

Presto il canone Rai potrebbe non essere più addebitato direttamente sulla bolletta dell’energia elettrica. Il governo Draghi sta valutando di tornare alle origini, quando il canone veniva pagato a parte e non insieme alla bolletta dell’elettricità, come previsto dalla riforma voluta dal governo Renzi.
A cura di Stefano Rizzuti
47.791 CONDIVISIONI

Novità in arrivo per il canone Rai: presto potrebbe sparire il pagamento nella bolletta dell’elettricità. Attualmente, infatti, si paga direttamente sulla bolletta elettronica: sono 90 euro l’anno, ovvero 9 euro per 10 mesi l’anno. Era stato l’allora presidente del Consiglio, Matteo Renzi, a introdurre il pagamento del canone Rai in bolletta come misura contro l’evasione e che ha permesso, inoltre, di abbassare il costo dell’abbonamento al servizio televisivo. Il governo Draghi, però, ora sembra essere intenzionato ad accantonare quella norma, soprattutto su spinta dell’Ue. Per Bruxelles, infatti, per una maggiore trasparenza e per rispetto della concorrenza, dovrebbero essere eliminati dai costi dell’energia quelli che vengono definiti “oneri impropri”.

L’impegno del governo Draghi, quindi, è quello di cancellare il pagamento diretto del canone in bolletta. Già nel Pnrr, il piano legato ai soldi del Recovery europeo, era prevista la cancellazione per i venditori di corrente elettrica della possibilità di raccogliere “somme non direttamente correlate con l’energia”. La nuova norma potrebbe entrare nel disegno di legge sulla concorrenza, secondo quanto anticipa il Messaggero. Potrebbe, quindi, essere approvata in settimana. Ma è possibile anche un rinvio, visto che – sulla base degli accordi con l’Ue – c’è tempo fino alla fine del 2022 per approvare la cancellazione del canone dalla bolletta. Nel caso in cui la norma non rientri nel decreto sulla concorrenza, allora potrebbe essere predisposto un apposito iter parlamentare.

Era stata la riforma voluta dal governo Renzi a fine 2015 a introdurre il pagamento del canone Rai in bolletta: l’obiettivo era quello di evitare l’evasione sull’abbonamento alla tv pubblica. Prima il costo del canone era di 113 euro l’anno, ma con il rischio che molte persone non lo pagassero. È così diventato sostanzialmente obbligatorio pagarlo con l’addebito sulla fattura elettrica: il suo costo, però, è diminuito grazie al recupero della parte evasa. Le critiche di Bruxelles, però, sono nate dal fatto che in questo modo le bollette dell’elettricità sembravano più care e la trasparenza era minore. Così si è chiesto di tornare indietro.

47.791 CONDIVISIONI
Perché la bolletta elettrica degli italiani aumenterà del 40% da ottobre
Perché la bolletta elettrica degli italiani aumenterà del 40% da ottobre
Arriva il decreto taglia-bollette: in Cdm misure contro rincari e ritorno indennità per quarantena
Arriva il decreto taglia-bollette: in Cdm misure contro rincari e ritorno indennità per quarantena
Perché aumenteranno le bollette di luce e gas e quanto ci costerà il rincaro
Perché aumenteranno le bollette di luce e gas e quanto ci costerà il rincaro
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni