5 Febbraio 2015
15:49

Grecia, Tsipras: “La troika è finita”

Nel giorno in cui il ministro delle finanze tedesco ha incontrato il collega greco, Tsipras ha ribadito la linea del governo: “Rispetteremo le regole, ma non l’austerity”.
A cura di Davide Falcioni

All'indomani dello schiaffo dalla Banca Centrale Europea la Grecia è costretta a incassare un nuovo duro colpo. Il ministro delle finanze del governo ateniese Yanis Varoufakis ha infatti incontrato il collega tedesco Wolfgang Schaeuble in un vertice bilaterale a Berlino. Il tedesco ha ricordato che la Grecia deve affrontare i problemi "con le tre istituzioni con cui ha affrontato il programma, la Bce, la Commissione Ue e il Fmi". La troika, insomma: la stessa a cui la settimana scorsa Varoufakis aveva negato ogni legittimità dopo aver imposto al paese ellenico anni di austerity, che hanno portato il paese alla disperazione.

A una settimana di tempo il governo greco tuttavia sembra ammorbidire i toni: "Noi siamo disposti a trattare. Siamo una chance per l'Europa. Noi abbiamo grande sostegno nel popolo greco, usateci per iniziare nuovo capitolo della storia dell'UE", ha dichiarato Yanis Varoufakis a Berlino, in conferenza stampa. L'esecutivo, guidato dal premier di estrema sinistra Alexis Tsipras, sta cercando di avere "un programma ponte fra adesso a fine maggio", per avere "spazio" per "dei colloqui su un nuovo contratto con la Bce, la Commissione Ue e il Fmi". Dal canto suo Tsipras, parlando ai componenti del gruppo parlamentare di Syriza, ha detto: "Abbiamo un impegno con le regole dell'Unione europea anche se non siamo d'accordo con esse. Ma le rispettiamo e rispetteremo la regola che riguarda i bilanci senza deficit. Ma l'austerità e gli irraggiungibili avanzi primari non costituiscono le regole istitutive dell'Ue". I toni del primo ministro greco si sono poi fatti più decisi: "La Troika è completamente finita", ha affermato Tsipras, rassicurando che il governo "resta deciso nell’obiettivo del suo programma di salvezza nazionale approvato dal voto del popolo greco".

Nel frattempo anche il presidente francese Hollande si è inserito nel dibattito e da Parigi stamattina ha invitato Tsipras ad andare ad incontrare personalmente Angela Merkel: "Ho detto a Tsipras ‘vai a trovare la cancelliera, perché è ciò che si deve fare quando si appartiene a una comunità'. E lei lo riceverà". Secondo l'Eliseo la decisione della Banca centrale europea di bloccare i rifinanziamenti ordinari alle banche greche "è legittima". Per Hollande, la mossa di Draghi "induce greci ed europei a mettersi intorno a un tavolo". Sulla stessa lunghezza d'onda Matteo Renzi: anche il premier italiano, 48 ore dopo aver incontrato Tsipras a Roma, ha definito "legittima ed opportuna" la mossa messa in campo dalla Banca Centrale Europea.

Italia, Malta, Cipro e Grecia chiedono solidarietà sui migranti. Salvini:
Italia, Malta, Cipro e Grecia chiedono solidarietà sui migranti. Salvini: "Bruxelles batta un colpo"
L'ex ministro Speranza:
L'ex ministro Speranza: "La pandemia non è ancora finita, governo non faccia finta che sia così"
Migranti, Renzi a Meloni:
Migranti, Renzi a Meloni: "La campagna elettorale è finita da un mese, basta crudeltà e demagogia"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni