30 Luglio 2021
13:14

Buone notizie per il mondo del lavoro: dopo 5 mesi il tasso di disoccupazione scende sotto il 10%

I dati provvisori dell’Istat sul mercato del lavoro a giugno mostrano una discesa del tasso di disoccupazione, che dopo cinque mesi torna al di sotto del 10%. Aumentano gli occupati (per entrambi i generi e per tutte le categorie), mentre sono in calo gli inattivi. Positivi anche i dati sul confronto semestrale.
A cura di Stefano Rizzuti

Il tasso di disoccupazione in Italia scende sotto il 10%, un dato che non si registrava da cinque mesi. Nel mese di giugno la disoccupazione si attesta al 9,7%, in calo dello 0,5%. La disoccupazione giovanile scende invece di 1,3 punti percentuali e si attesta al 29,4%. Sono questi i dati provvisori sull’occupazione forniti dall’Istat. Nel mese di giugno si è registrato un aumento degli occupati e una diminuzione sia del dato sulla disoccupazione che di quello sugli inattivi. La crescita dell’occupazione è dello 0,7%, corrispondente a un aumento di 166mila unità. Riguarda gli uomini, ma anche le donne, i dipendenti ma anche gli autonomi e coinvolge tutte le classi di età.

Il tasso di occupazione, con l’incremento di mezzo punto percentuale a giugno, sale al 57,9%. Il calo delle persone in cerca di lavoro è del 5,1% rispetto a maggio, corrispondenti a 131mila unità: riguarda sia uomini che donne e tutte le classi di età, come sottolinea l’istituto di statistica. Tornando al tasso di disoccupazione, scende al 9,7% (-0,5%) e dopo cinque mesi torna sotto la soglia del 10%. Quello giovanile è al 29,4%, con un calo di oltre un punto percentuale. Altro dato in miglioramento a giugno è quello degli inattivi tra i 15 e i 64 anni: scende dello 0,3%, corrispondente a 34mila unità. Il calo coinvolge soprattutto le donne, i minori di 24 anni e gli over 50. Il tasso di inattività si attesta, in discesa, al 35,8% (-0,1%).

Se andiamo a guardare i dati del semestre, confrontando il secondo con quello precedente il livello di occupazione è in aumento dell’1%, ovvero 223mila unità in più. Con la crescita dell’occupazione si registra anche una diminuzione delle persone in cerca di occupazione: -0,8%, ovvero 20mila unità in meno. Ancor di più il calo degli inattivi tra i 15 e i 64 anni: -2%, ovvero 279mila unità. Il numero di occupati a giugno 2021 risulta essere superiore dell’1,2% rispetto al giugno del 2020, con 267mila nuovi posti di lavoro. Una crescita che riguarda uomini e donne, dipendenti e lavoratori di ogni classe di età con un’unica eccezione: le persone dai 35 ai 49 anni. Il tasso di occupazione, in crescita di 1,1 punti percentuali, sale per tutte le età. Rispetto a un anno fa cresce anche il numero di persone in cerca di lavoro, mentre diminuiscono gli inattivi.

Le notizie del 16 settembre sull'alluvione nelle Marche
Le notizie del 16 settembre sull'alluvione nelle Marche
Perché Re Carlo III non sarà incoronato oggi a Westminster: le differenze con la proclamazione
Perché Re Carlo III non sarà incoronato oggi a Westminster: le differenze con la proclamazione
L'allarme di Save the Children, l'abbandono scolastico è al 12,7%:
L'allarme di Save the Children, l'abbandono scolastico è al 12,7%: "Governo investa 5% del Pil"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni