Lo scrittore William Luce
in foto: Lo scrittore William Luce

Lo scrittore e dramaturg americano William Luce è morto all'età di 88 anni. Famoso scrittore per i musical e le commedie di Broadway, a Luce si deve la acclamata commedia "La bella di Amherst" in cui raccontò la vita di Emily Dickinson. Luce ci ha lasciati ieri 9 dicembre, a Green Valley, in Arizona, dove si era ritirato in una casa di riposo, in seguito al lungo calvario del morbo di Alzheimer. A dare notizia della scomparsa di Luce, è stato "The Hollywood Reporter". Immediato il cordoglio di gran parte dello starsystem statunitense, poiché Luce era stato scrittore di tantissimi testi per teatro e televisione.

William Luce era nato il 16 ottobre 1931 a Portland, nell'Oregon. Tra i tanti capolavori, quello più famoso è "La bella di Amherst", che ha calcato le tavole di un teatro a Broadway per la prima volta nel 1976, con Julie Harris nei panni di Emily Dickinson. L'opera, tradotta in Italia con il titolo "La vita felice" è basata sui diari e sulle lettere della grande poetessa americana, che visse auto reclusa in casa per gran parte della sua esistenza. Proprio il saper cogliere questa dimensione della clausura, riportata fedelmente e poeticamente in teatro, ha reso la pièce di Luce uno dei testi più famosi e noti della grandeur di Broadway. Ma non solo la Dickinson.

Nella produzione di William Luce spiccano anche "Zelda", testo teatrale basato sulla vita di Zelda Fitzgerald, e "Lillian" su Lillian Hellman e "Lucifer's Child", basata sugli scritti di Karen Blixen, portata in teatro a Broadway nel 1991. Nel 1997 a Broadway ha portato in scena "Barrymore" interpretato da Christopher Plummer. Luce ha scritto le sceneggiature di due film per la televisione, entrambi trasmessi da Cbs: "The Last Days of Patton" (1986) e "The Woman He Loved" (1988).