105 CONDIVISIONI
22 Ottobre 2021
13:58

L’artista sudcoreana che ha trascorso 30 anni a lavorare sullo stesso dipinto

Myonghi Kang, pittrice e poetessa sudcoreana, ha impiegato trent’anni per completare il suo dipinto “Le temps des camélias”. Ha iniziato a lavorarci a Parigi, sul finire degli anni Ottanta, per poi riprenderlo nel 2007 e completarlo definitivamente nel 2018.”Non oserei dire che dipingo il tempo – ha detto Kang – ma il tempo è  sicuramente in tutto ciò che dipingo”.
105 CONDIVISIONI
Myonghi Kang (via villepinart.com)
Myonghi Kang (via villepinart.com)

Gli anni Ottanta si stavano avviando alla conclusione quando l'artista sudcoreana Myonghi Kang cominciò a lavorare al suo dipinto "Le temps des camélias". Ai tempi, Kang viveva al XIX arrondissement di Parigi, dove trascorreva le giornata arricchendo il suo lavoro di nuovi dettagli, tra pennellate di colore e forme floreali. L'artista, però, non riusciva a sentirsi pienamente soddisfatta della propria opera, e decise di abbandonarla per molti anni. Cominciò a lavorarci di nuovo nel 2007, quando si trasferì sull'isola di Jeju, in Corea del Sud, e decise di rivisitare il dipinto: abbandonò l'andamento verticale che aveva caratterizzato la bozza iniziale, optando per un paesaggio orizzontale convenzionale.

Myonghi Kang, l'artista che ha lavorato per trent'anni allo stesso dipinto

"È stato solo quando ho portato il dipinto a Jeju in primavera che sono finalmente riuscita a trovare il coraggio, dopo dieci anni, di lavorarci di nuovo", ha detto l'artista in un'intervista concessa alla Cnn, "Avevo molte camelie nel mio studio, quindi ho iniziato a portare tutti gli elementi che vedevo intorno a me". Ai tempi, Kang non sapeva che avrebbe dovuto aspettare un'altra decade prima di riuscire a portare a compimento il dipinto, che attualmente è in mostra alla galleria Villepin di Hong Kong. "Non oserei dire che dipingo il tempo – sarebbe molto arrogante da parte mia – ma il tempo è  sicuramente in tutto ciò che dipingo", ha aggiunto Kang. "Obbedisco al tempo, ma non cerco di manipolarlo."

Myonghi Kang, Le temps des camélias, 2018
Myonghi Kang, Le temps des camélias, 2018

Chi è Myonghi Kang?

Nata nel 1947 a Taegou, in Corea del Sud, si è trasferita in Francia nel 1972. A partire dal 1988, ha iniziato a viaggiare moltissimo, peregrinando a Taiwan, in Cile e in Mongolia per trarre nuovi spunti di riflessione da riversare nel suo lavoro. La sua pittura e i suoi disegni sono caratterizzati da una grande sobrietà, composta da pochi tratti e macchie di colore. Le sue opere intime e molto personali sprigionano una grande poesia Kang Myonghi riconosce due maestri: la natura e la tela bianca. Oltre alla pittura, nutre una profonda passione per la poesia. Le opere di Kang sono state esposte in diverse gallerie, come la  Harry Jancovici di Parigi, la Galleria di Seoul,, il Centre Pompidou, la Art of this Century Gallery e il National Museum of Contemporary Art di Seoul.

105 CONDIVISIONI
Dontae Sharpe è innocente: ha trascorso 25 anni in carcere per omicidio
Dontae Sharpe è innocente: ha trascorso 25 anni in carcere per omicidio
53 di Videonews
Donna ordinò l'omicidio dell'ex amante: confermate tre condanne a 30 anni di carcere
Donna ordinò l'omicidio dell'ex amante: confermate tre condanne a 30 anni di carcere
Samantha in coma a 30 anni, Tribunale autorizza la famiglia a staccarle la spina: "Atto d’amore"
Samantha in coma a 30 anni, Tribunale autorizza la famiglia a staccarle la spina: "Atto d’amore"
43 di Videonews
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni