Anche l'attore Stefano Fresi ha partecipato all'hashtag #libriantidoto lanciato per gioco su Instagram da Cristina Di Canio, libraia milanese che in questi giorni di "riposo forzato" e quarantena ha dovuto annullare tutti gli eventi previsti, come è accaduto a ogni libraio lombardo a causa dell'emergenza Coronavirus:

Sono state annullate le presentazioni e gli eventi per evitare, come da disposizione, momenti di aggregazione. La gente esce lo stretto necessario e diciamo che i libri non sono considerati giustamente beni di prima necessità.

Tuttavia, a La Scatola Lilla di via Sannio, come in altre librerie, le idee per rispondere attivamente all'epidemia non mancano. E così, in una Milano spettrale, non si aggirano solo i fattorini per la consegna cibo, ma anche questa coraggiosa libraia che ha deciso di consegnare a domicilio i libri per i propri lettori. Sempre Di Canio:

Chi vuole leggere clicca comodamente da casa e acquista online. Per questo ho segnalato su tutti i social possibili che anche noi consegniamo gratuitamente i libri a casa e che possono ordinare anche da noi. Forse con qualche passaggio in più rispetto al semplice aggiungi al carrello, ma una vecchia e buona mail se sul sito non trovi il titolo, vale lo stesso!

Contro la crisi, costantemente in agguato per i librai, più esposti di altri esercizi commerciali ai venti della recessione, si può e si deve fare questo ed altro. Anche per restituire un briciolo di normalità alla vita delle persone, che magari in questi giorni di quarantena possono permettersi di leggere più di quanto non facciano abitualmente. Motivo per cui è partito il tam tam in rete, su Instagram, dove l'hashtag #libriantidoto rischia di diventare virale più del virus (o almeno si spera):

Finora sono arrivati un centinaio di consigli di lettura, un modo per sentirci vicini anche se a distanza, accomunati dal piacere della lettura. E poi ci sono quei lettori che prendono a cuore l’attività di quartiere ed escono di casa per fare incetta di libri e sostenere il negozio sotto casa. Mai come in questo contesto dobbiamo essere non ad arrivare ai lettori e non viceversa.