Continua ad aumentare l'elenco delle mini zone rosse a livello locale per arrestare in Italia la circolazione del Coronavirus. L'obiettivo è quello di circoscrivere i nuovi focolai, spesso collegati alle nuove varianti Covid, da quella inglese che presto diventerà dominante nel nostro Paese, a quelle brasiliana e sudafricana. Ecco, allora, tutte le aree in cui chiudono bar, ristoranti e negozi, ci si può spostare solo muniti di autocertificazione e per comprovati motivi di necessità, salute e lavoro e dove le scuole tornano alla didattica a distanza. Si ricordi che a livello regionale solo Molise e Basilicata sono in zona rossa.

Piemonte

Zone rosse circoscritte in Piemonte, che passa invece a livello regionale in zona arancione. Lo comunica la Regione. Da domani alle ore 18 i Comuni di Craveggia, Villette, Toceno, Malesco, Santa Maria Maggiore e Druogno, in Val Vigezzo nel Vco, entreranno in zona rossa come il Comune di Re, in zona rossa già da sabato scorso per un focolaio da variante inglese registrato nel comune montano di poco più di 700 abitanti. A scopo precauzionale, la zona rossa entrerà in vigore da domani alle ore 18 anche nel Comune di Cavour, in provincia di Torino, a causa di un sospetto focolaio da variante su cui sono in corso ulteriori approfondimenti. Le misure saranno in vigore fino al 5 marzo.

Liguria

La Liguria è in zona gialla ma il Comune di Sanremo, oltre a quello di Ventimiglia, dovrà osservare misure più restrittive in occasione del Festival, dal 2 al 7 marzo. Così, sarà in vigore il divieto di stazionamento, dalle 8 alle 14, nella zona antistante il teatro Ariston e di transito pedonale, dalle 14 a fine Festival tranne per chi deve recarsi in un negozio di quell'area, cui sarà consentito il passaggio. E divieto di assembramento vicino ad alberghi e altre strutture ricettive cittadine, dove saranno ospitati cantanti e artisti che richiamano pubblico. I ristoranti vicini all'Ariston che fanno servizio mensa per il personale della rassegna musicale sono chiusi al pubblico.

Toscana

Pistoia e Siena saranno zone rosse per nove giorni a partire da domani, sabato 27 febbraio. Il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani ha firmato oggi le due ordinanze con le quali si dispongono provvedimenti restrittivi in tutti i comuni delle due province fino a domenica 7 marzo compresa. Si è deciso di adottare provvedimenti limitativi degli spostamenti delle persone nonché la sospensione di alcune attività per evitare l'ulteriore diffusione del contagio in zone dove si è registrato un forte peggioramento del quadro epidemiologico.

Sardegna

In Sardegna sarà lockdown sull'isola della Maddalena. A causa dell’incremento dei contagi legati alla variante inglese, dalle 14 di oggi, e per sette giorni, il comune diventa in zona rossa: sarà in vigore il divieto di spostarsi dal territorio comunale e di recarsi nelle abitazioni private altrui se non per esigenze assistenziali; attività chiuse con le eccezioni previste dal dpcm governativo. Chiudono al pubblico anche il Compendio Garibaldino e il Memoriale Giuseppe Garibaldi di Caprera. In zona rossa anche San Teodoro: vietato spostarsi in entrata e in uscita dal territorio comunale, negozi, bar e ristoranti chiusi, restano aperti tabaccai, farmacie e parafarmacie, rivendite di generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici, edicole.

Bolzano

Prolungato il lockdown nella provincia autonoma di Bolzano. Come annunciato nei giorni scorsi, il presidente Arno Kompatscher ha firmato l'ordinanza che proroga fino al 14 marzo la gran parte delle restrizioni attualmente in vigore per contrastare l'epidemia di Covid-19. Nelle scuole medie, superiori, e all'università fino al 14 marzo prosegue la didattica a distanza. Dal primo marzo i servizi alla prima infanzia, le scuole dell'infanzia e le scuole elementari passeranno alla didattica in presenza, salvo nei Comuni oggetto di restrizioni per la variante sudafricana, e cioè Merano, Rifiano, Moso in Passiria e San Pancrazio, Lana, San Martino in Passiria e Malles Venosta.

Lombardia

La proroga della zona rossa a Bollate (Milano), Viggiù (Varese) e Mede (Pavia) in Lombardia è ufficiale, per cui si torna alla dad anche qui fino al 3 marzo 2021, salvo ulteriore proroga, e alla chiusura di negozi, bar e ristoranti per il periodo previsto.

Lazio

Il Lazio resta in zona gialla ma sono cinque le zone rosse che sono state delimitate al suo interno. L'ultima ad essere istituita è quella del comune ciociaro di Monte San Giovanni Campano, in provincia di Frosinone a partire dalle ore 1:00 del 27 febbraio per i 14 giorni successivi. Si va ad aggiungere al comune di Torrice, in provincia di Frosinone, Carpineto romano e Colleferro. Prorogata la zona rossa anche a Roccagorga, in provincia di Latina fino al 1 marzo.

Sicilia

Tornano le zone rosse anche in Sicilia, che invece resta in zona gialla. Da giovedì 25 febbraio San Cipirello e San Giuseppe Jato, due comuni alle porte di Palermo, saranno in lockdown, secondo quanto previsto da un'ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. Le misure restrittive resteranno in vigore fino a giovedì 11 marzo.