Dal 26 di giugno non è più possibile imbarcare i bagagli a mano a bordo dell’aereo. È stato infatti abolito momentaneamente l’uso delle cappelliere a seguito dell’emergenza sanitaria. A spiegarlo è l’Enac, ritenendo che sia questa una delle indicazioni da seguire per poter derogare all’obbligo di distanziamento sociale. Ovvero, gli aerei potranno di nuovo viaggiare pieni ma senza i bagagli a mano nelle cappelliere, per evitare momenti di confusione e di avvicinamento eccessivo tra i passeggeri. La norma vale sia per i voli nazionali che per quelli internazionali. Sarà possibile portare con sé, a bordo dell’aereo, solamente le borse più piccole che possono essere riposte sotto il sedile di fronte al posto assegnato.

Perché non è più possibile portare il bagaglio a mano

L’utilizzo delle cappelliere sarà consentito solamente sui voli nei quali viene tenuto conto delle regole del distanziamento sociale, quindi non di certo su quelli pieni. Altrimenti viene vietata la possibilità di portare il bagaglio a mano a bordo per “ragioni sanitarie”. L’Enac spiega che “è consentito portare a bordo solo bagagli di dimensioni tali da poter essere posizionati sotto il sedile di fronte al posto assegnato, secondo i limiti fissati dalle singole compagnie”. E sottolinea ancora: “Si tratta di norme sanitarie, non aeronautiche, che hanno lo scopo di evitare assembramenti, movimenti a bordo e contatti ravvicinati tra i passeggeri”. Il divieto di portare i bagagli a mano non comporta un costo aggiuntivo per chi vuole imbarcare il suo bagaglio a mano in stiva: le compagnie aeree non potranno chiedere un’extra.

L’autocertificazione per salire a bordo dell’aereo

Per salire a bordo degli aerei i passeggeri devono presentare un’autocertificazione. Nella quale devono attestare di non aver avuto contatti stretti con persone positive al Covid negli ultimi due giorni prima che si presentassero i sintomi e fino a 14 giorni dopo l’insorgere dei sintomi. Inoltre il passeggero, attraverso questo modulo, si impegna anche a comunicare l’eventuale insorgenza di sintomi da Covid che lo riguardano sia alla compagnia aerea che alle autorità sanitarie del luogo di arrivo.