2.088 CONDIVISIONI
Vaiolo delle scimmie in Italia ed Europa
25 Maggio 2022
19:46

Vaiolo delle scimmie, come si trasmette e come ci si protegge: la circolare del ministero della Salute

Il ministero della Salute spiega in una nota i rischi di trasmissione del vaiolo delle scimmie per il personale sanitario a contatto con i pazienti positivi. Vengono inoltre fornite linee guida per la prevenzione: è previsto l’uso di dispositivi di protezione personale monouso.
A cura di Gabriella Mazzeo
2.088 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Vaiolo delle scimmie in Italia ed Europa

Secondo il ministero della Salute, per il personale sanitario che indossa i dispositivi di protezione individuale resta basso il rischio di contrarre il vaiolo delle scimmie. A medici e operatori di laboratorio che lavorano con il virus Monkeypox si raccomandano camici e guanti monouso, copriscarpe o stivali monouso, mascherine Ffp2 e visiere protettive. In una nota il ministero della Salute ha definito i rischi legati alla diffusione della malattia "molto bassi" e ha fornito una linea guida da seguire per il tracciamento dei contatti e la gestione dei casi.

Come ci si contagia

Secondo quanto reso noto dal ministero della Salute, il contagio avviene attraverso i droplet, il contatto con fluidi corporei o con il materiale delle lesioni. I sintomi sono febbre, mal di testa, dolori muscolari, mal di schiena e ingrossamento dei linfonodi. A distanza di 24 o 48 ore si notano le prime caratteristiche lesioni cutanee. Per accertare la positività bisogna sottoporsi ad analisi del sangue e tamponi, sia cutanei sia nasofaringei. I contatti stretti di casi verificati devono sottoporsi a un periodo di isolamento di 21 giorni.

Come ci si protegge dal virus

Per evitare la trasmissione di Mokeypox il personale sanitario che lavora a stretto contatto con pazienti positivi deve indossare i dispositivi di protezione personale monouso quali mascherina, copriscarpe, camice, guanti e visiere protettive. Nella nota diffusa dal ministero si legge che la prevenzione dell'infezione si basa infatti sulle "adeguate misure per il controllo del virus". Il rischio di malattia per i sanitari che hanno contatti ravvicinati non protetti con i pazienti è comunque definito "moderato".

Le stesse norme per la protezione personale valgono anche per gli operatori di laboratorio per i quali i rischi legati alla trasmissione sono molto più alti. Il ministero della salute sottolinea infatti che casi di infezione sono stati occasionalmente segnalati dal personale che maneggia i campioni del virus da analizzare. "I pericoli per chi lavora seguendo le procedure di biosicurezza sono bassi – ribadisce il ministero -. L'esposizione non protetta in laboratorio invece comporta un'alta probabilità di infezione"

2.088 CONDIVISIONI
130 contenuti su questa storia
Germano Mancini morto a Cuba, secondo l'autopsia non è deceduto per il vaiolo delle scimmie
Germano Mancini morto a Cuba, secondo l'autopsia non è deceduto per il vaiolo delle scimmie
Vaiolo delle scimmie, in Lombardia 1.531 vaccinati e 328 contagi
Vaiolo delle scimmie, in Lombardia 1.531 vaccinati e 328 contagi
Come è possibile che un uomo abbia il Covid, il vaiolo delle scimmie e l’HIV contemporaneamente
Come è possibile che un uomo abbia il Covid, il vaiolo delle scimmie e l’HIV contemporaneamente
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni