Certo, quel portafogli gonfio di denaro avrebbe fatto comodo a molti, eppure l'onestà ha avuto la meglio sulla tentazione di tenerselo. Due dipendenti del negozio Globo del centro commerciale di Cavallino, in provincia di Lecce, non hanno esitato a chiamare la polizia per consegnare un borsello da uomo ‘pieno zeppo’ di soldi. Dentro poco meno di 4mila euro in contanti, 3.950 per l'esattezza.

Dopo aver trovato il portafogli nel settore abbigliamento, i due hanno allertato la questura per restituirlo al legittimo proprietario. Rintracciarlo, per fortuna, è stato semplice grazie ad alcuni documenti personali che hanno consentito agli agenti  di dare un nome all'uomo: F.A. (queste le sue iniziali) di San Cesario di Lecce. Tutto è bene quel che finisce bene, ma il nobile gesto ha svelato un piccolo giallo.

L’uomo non era stato ‘sbadato’ come in un primo momento si era creduto, ma vittima di un furto. Il malcapitato, infatti, ha raccontato ai poliziotti che il borsello gli era stato rubato la sera prima, mentre stava facendo acquisti. Ed aveva provveduto, a sua volta, a bussare alla porta delle Forze dell’Ordine per sporgere denuncia. L’uomo, che non credeva che avrebbe mai ritrovato il portafogli, ha voluto conoscere i due ragazzi, ai quali ha consegnato la somma di 200 euro a testa come ringraziamento per il nobile gesto.