Martedì 3 settembre è in programma il test di Medicina 2019. 68mila studenti aspiranti camici bianchi in tutta Italia parteciperanno alla prova selettiva per tentare di vincere uno degli 11.568 posti messi a disposizione del Miur nelle facoltà a numero chiuso di Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e Protesi dentaria. I candidati, che si sono iscritti al test sulla piattaforma Universitaly entro lo scorso 25 luglio, avranno 100 minuti di tempo per rispondere alle 60 domande a risposta multipla scelte dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e provare a ottenere il punteggio minimo (20 punti) per entrare nella graduatoria che sarà stilata su base nazionale, in base al merito e resa nota l'1 ottobre 2019. All'interno di questa saranno indicati i posti risultati assegnati, non assegnati e in attesa, i cosiddetti status. Chi non risulterà vincitore alla pubblicazione di questa, potrà tuttavia sperare negli scorrimenti, che seguiranno un calendario ben preciso. Ecco, di seguito, tutto quello che c'è da sapere sullo scorrimento della graduatoria del test di Medicina 2019 e sulle differenze tra posto assegnato, posto prenotato e in attesa.

Le date importanti per graduatoria e scorrimenti

Dopo aver sostenuto il test di Medicina 2019 martedì 3 settembre, gli aspiranti camici bianchi dovranno ricordate queste date per le graduatorie e i successivi scorrimenti. Il 17 settembre verrà, infatti, pubblicato il punteggio ottenuto dai candidati secondo il codice etichetta sul sito Universitaly. Dieci giorni dopo, il 27 settembre, sempre sulla propria pagina riservata del portale Universitaly i candidati potranno accedere al proprio elaborato, al punteggio e alla scheda anagrafica. Infine, l'1 ottobre 2019 sarà pubblicata la graduazione nazionale di merito nominativa dal Miur. Seguiranno, a cadenza settimanale, gli scorrimenti fino a quando non saranno occupati tutti i posti a disposizione negli atenei italiani per le facoltà di Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e Protesi dentaria. Il primo, dunque, dovrebbe esserci il 9 ottobre.

Test di Medicina 2019, gli status: differenze tra assegnato e prenotato

Gli aspiranti camici bianchi che abbiano sostenuto il 3 settembre 2019 il test d'ingresso a Medicina all'uscita della graduatoria ufficiale, che sarà pubblicata il prossimo 1 ottobre dal Miur su base nazionale, troveranno accanto al proprio nome 3 formule, che corrispondono ad altrettanti status:

  • Assegnato;
  • Prenotato;
  • Non assegnato;
  • Fine posti.

Si ricorda che per entrare in graduatoria e risultare idonei bisogna necessariamente aver ottenuto un punteggio minimo di 20 punti, così come stabilito dal Miur nel bando del test di Medicina 2019 pubblicato lo scorso 1 aprile con tutte le novità sulla prova. I candidati non idonei, che dunque non abbiano raggiunto il punteggio minimo, non saranno inseriti nella graduatoria. In caso di parità di punteggio, ha precisato sempre il Miur, prevale in ordine decrescente il punteggio ottenuto dal candidato nella soluzione, rispettivamente, dei quesiti relativi agli argomenti di cultura generale e ragionamento logico, biologia, chimica, fisica e matematica”. In caso di ulteriore parità prevale il candidato più giovane.

Cosa significa "assegnato"

I candidati che all'uscita della graduatoria nazionale risultino con status "assegnato" hanno 4 giorni lavorativi di tempo per immatricolarsi nell'ateneo di prima scelta, così come indicato al momento dell'iscrizione sul portale Universitaly. I candidati che non procederanno con l'immatricolazione saranno considerati rinunciatari, quindi verranno esclusi dalla graduatoria.

Cosa significa "prenotato"

Coloro che nella graduatoria nazionale risultino con status "prenotato" possono scegliere di immatricolarsi subito nella sede in cui risultano prenotati entro i 4 giorni lavorativi oppure possono scegliere di aspettare ulteriori scorrimenti di graduatoria e continuare a concorrere per una delle preferenze più ambite. In quest'ultimo caso, di deve confermare l'interesse a rimanere in graduatoria nella propria area riservata su Universitaly, sempre entro i 4 giorni lavorati incluso quello di pubblicazione.

Cosa significa "in attesa"

I candidati che accanto al loro nome nella graduatoria del test di Medicina 2019 vedano lo status "in attesa" si trovano in una fascia di punteggio in cui ci sono maggiori probabilità di passare allo status di prenotato. Come quest'ultimi, devono confermare l'interesse a ogni scorrimento di graduatoria, fin quando vorranno rimanere in lista.

Cosa significa "fine posti"

Infine, se accanto al proprio nome in graduatoria i candidati leggono la dicitura "fine posti", significa che devono aspettare gli studenti in attesa e che verranno considerati negli scorrimenti di graduatoria successivi. I candidati fine posti, così come quelli in attesa e prenotati che intendono rimanere in graduatoria, devono confermare l'interesse nella pagina riservata di Universitaly a ogni scorrimento, entro 4 giorni lavorativi incluso quello della pubblicazione della graduatoria.ù

Cos'è la conferma di interesse

Si ricorda, infine, che il Miur da un po' di tempo ha reso obbligatoria la conferma di interesse, che ciascun candidato deve fare sul portale Universitaly dopo ogni scorrimento. Chi non dà conferma, entro 4 giorni dall'ultimo scorrimento, viene escluso definitivamente dalla graduatoria.