12 Ottobre 2017
11:38

Siracusa: si finge presidente dell’ente e via email convince tesoriere a versarle 7mila euro

Protagonista della truffa con la tecnica dell’email spoofing una donna di 32 anni, individuata e arresta dalla polizia in Spagna.
A cura di Antonio Palma

Si è finta presidente di un ente privato siciliano e attraverso una falsa email è riuscita con una scusa bene architettata a convincere il tesoriere dell'istituto a versarle una ingente somma su un conto corrente a lei intestato. È la semplice ma estremamente efficace truffa che ha permesso a una donna spagnola di 32anni  di incassare un bottino di 7mila euro senza muoversi dal suo computer. "Ho bisogno immediato di contanti, fai subito un bonifico, ci sentiamo dopo" si leggeva nella email ricevuta dal tesoriere del "The Siracusa international institute for criminal justice and human rights" e apparentemente inviata dal suo presidente.

Nella missiva venivano indicate anche le coordinate bancarie su cui versare il bonifico, un conto corrente estero intestato però alla donna. Un messaggio che adottava la cosiddetta tecnica dell'email spoofing ma che è stato preso sul serio dall'addetto dell'ex Istituto internazionale di scienze criminali. Quando ci si è accorti della truffa, i soldi ormai erano spariti e alle vittime non è rimasto che sporgere denuncia. Le indagini, coordinate dal procuratore di Siracusa Francesco Paolo Giordano e dal sostituto Davide Lucignani, però, sono riuscite in poco tempo a risalire alla responsabile, una 32enne arresta in Spagna.

Alla donna si è arrivati grazie alle indagini condotte dal Nucleo investigativo telematico della Procura di Siracusa e alla collaborazione con le autorità di polizia spagnole. La donna, che nel frattempo aveva già provveduto a incassare i soldi, è stata catturata dagli uomini della Guardia Civil spagnola, attivati da Europol su mandato di cattura e europeo.  La tecnica di ‘email spoofing' usata dalla 32enne consente l'invio di e-mail con l'indirizzo del mittente falsificato ed è stata già protagonista di diverse truffe tra cui una ad un dirigente di Confindustria che ha versato su un conto sconosciuto circa 500mila euro credendo di seguire le indicazioni di una collega.

Il giallo del bimbo morto durante vacanza a Sharm: ora spunta l’ipotesi avvelenamento da contatto
Il giallo del bimbo morto durante vacanza a Sharm: ora spunta l’ipotesi avvelenamento da contatto
Oroscopo del 10 gennaio 2023
Oroscopo del 10 gennaio 2023
"Spegnete quella sigaretta". Prof richiama gli studenti a scuola e viene insultato: colto da malore
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni