63

condivisioni

CONDIVIDI
16 Giugno 2021 09:09

Sferracavallo, sale in sella alla sua Vespa e scompare: si cerca Vito Pedone, ex campione di go kart

Vito Pedone è salito in sella alla sua Vespa Piaggio arancione all'alba di domenica 13 giugno e ha fatto perdere ogni sua traccia. L'intero comune di Sferracavallo è impegnato nelle ricerche. "Vito ha sofferto di problemi psichici. Crediamo che possa essere spaventato" ha dichiarato alla stampa locale il padre Giuseppe che per primo ha sporto denuncia.
A cura di Gabriella Mazzeo

Vito Pedone è salito in sella alla sua Vespa Piaggio arancione all'alba di domenica 13 giugno e si è allontanato dalla sua casa di Sferracavallo, in Sicilia. Da allora si è persa ogni sua traccia. Sono ore di grande apprensione per i familiari del 45enne scomparso, ex campione regionale di go kart. Pedone è molto conosciuto nel suo comune, che si è mobilitato fin da subito nelle ricerche. Ancora nulla però è emerso su quanto possa essere accaduto. Il padre Giovanni ha presentato denuncia ai carabinieri. L'uomo aveva un ottimo rapporto con i familiari e non si era mai allontanato prima.

Al quotidiano PalermoToday, il padre ha dichiarato di essere molto preoccupato vista l'anomalia della scomparsa. "Vito non ha mai fatto cose simili. Lui è molto legato a me e a suo fratello. Vive da solo ma trascorriamo molto tempo insieme e non abbiamo mai avuto problemi. Il suo cellulare risulta spento. Un conoscente ha detto di averlo visto lunedì mattina in corso dei Mille con la sua Vespa. Mi ha descritto il mezzo e credo sia proprio il suo. Ha poi notato anche la giacca scura e il casco bianco che solitamente usa mio figlio. Crediamo che quello fosse lui". Vito è di corporatura robusta, ha i capelli rasati e porta occhiali da vista con la montatura scura. potrebbe viaggiare a bordo di una moto arancione. "In passato ha sofferto di disturbi psichici – spiega ancora il padre del 45enne – e penso che possa essersi spaventato quando, nella serata di venerdì, ha fatto rumore accendendo il motore di un kart e i vicini si sono lamentati. Magari ha paura, pensa di essere nei guai. Vorrei che sapesse che non è così: non siamo arrabbiati e non deve essere preoccupato. Siamo in ansia per lui, gli vogliamo bene". Chiunque possa averlo visto nell'arco degli ultimi 3 giorni può contattare le forze dell'ordine.

Continua a leggere su Fanpage.it
Violenze sui detenuti nel carcere di Torino, la Procura chiede 25 rinvii a giudizio
Cresce la fame nel mondo, secondo l'Onu nel 2020 più di 800 milioni di persone erano sottoalimentate
Bolzano, poliziotta lo ferma per controllo e lui la prende a sprangate
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni