369 CONDIVISIONI
Ultime notizie su Sara Pedri, ginecologa scomparsa a Trento
10 Giugno 2021
16:10

Scomparsa Sara Pedri, al via nuove ricerche della ginecologa 31enne. La famiglia: “Vogliamo verità”

Sono riprese oggi le ricerche di Sara Pedri, la ginecologa di 31 anni scomparsa da Cles, in Trentino, dallo scorso 4 marzo. Ieri sera l’appello della famiglia durante la trasmissione Chi l’ha visto?: “Sara si era licenziata dall’azienda sanitaria di Trento. Ci disse che così si era tolta un peso. Chiediamo ai colleghi di Sara di parlare, di dirci se all’interno dell’ospedale era successo qualcosa che l’aveva turbata”.
A cura di Ida Artiaco
369 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Ultime notizie su Sara Pedri, ginecologa scomparsa a Trento

Sono riprese oggi, giovedì 10 giugno, le ricerche di Sara Pedri, la ginecologa 31enne originaria di Forlì scomparsa il 4 marzo scorso da Cles, in Trentino. Il commissario straordinario del governo per le persone scomparse, Silvana Riccio, e il prefetto di Trento, Sandro Lombardi, hanno infatti accolto l'istanza avanzata dall'avvocato Nicodemo Gentile che rappresenta la famiglia Pedri, la quale ieri sera aveva lanciato un nuovo appello durante la trasmissione di Rai 3 Chi l'ha visto. "Vogliamo la verità, vogliamo che dai colleghi, dai professionisti che lavorano nel suo stesso ambiente arrivi qualcosa, vogliamo capire cosa è successo", hanno dichiarato. Come ha raccontato la sorella Emanuela, infatti, "Sara si era licenziata dall'azienda sanitaria di Trento. Ci disse che così si era tolta un peso. Chiediamo ai colleghi di Sara di parlare, di dirci se all'interno dell'ospedale era successo qualcosa che aveva turbato, come crediamo, Sara".

Le operazioni di ricerca, coordinate dal commissariato del governo di Trento, erano state avviate immediatamente dopo la sparizione della dottoressa. I carabinieri, con l'ausilio di cani molecolari, hanno setacciato per settimane tutta la valle del Noce dopo la denuncia presentata dalla famiglia ma non è stato rivenuto nulla. Grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza e al tracciamento dell'utenza del telefonino della giovane, gli investigatori sono riusciti a rintracciare la sua auto, una Volkswagen T-Roc. Era parcheggiata in località Mostizzolo nelle vicinanze del ponte che sovrasta il torrente Noce, tra i comuni di Cis e Cles. All'interno del veicolo c'era anche il suo telefono cellulare. Di Sara Pedri, però, nessuna traccia. Le ricerche massicce sono state sospese il 14 aprile, e proprio oggi sono riprese con centinaia di operatori nella speranza di riportare la 31enne a casa dalla sua famiglia.

369 CONDIVISIONI
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni