Delitto di Avetrana: l'omicidio di Sarah Scazzi
3 Marzo 2014
14:58

Sarah Scazzi, Riesame nega i domiciliari a Sabrina Misseri: resta in carcere

La cugina della 15enne uccisa ad Avetrana nel 2010 sarebbe pericolosa e potrebbe macchiarsi di altri episodi di violenza, potrebbe scappare e inquinare le prove. Per questo il Tribunale del Riesame di Taranto ha rigettato l’appello dei difensori.
A cura di Susanna Picone
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Delitto di Avetrana: l'omicidio di Sarah Scazzi

Sabrina Misseri deve restare in carcere per l’omicidio della cugina Sarah Scazzi, strangolata a 15 anni ad Avetrana il 26 agosto del 2010. I legali dell’estetista 24enne avevano chiesto, nelle ultime settimane, la scarcerazione della ragazza (condannata all’ergastolo per il delitto insieme alla madre Cosima Serrano) o gli arresti domiciliari, ma i giudici del Tribunale del Riesame hanno confermato la decisione della corte d’Assise (contro la quale i legali avevano fatto appello). Sabrina Misseri dunque resta in carcere, alla giovane non vanno concessi gli arresti domiciliari. Questo perché, secondo i giudici, la ragazza condannata per l’omicidio (che però sostiene di essere innocente) sarebbe ancora pericolosa, potrebbe compiere altri episodi di violenza, potrebbe scappare e inquinare le prove. Per i magistrati restano dunque invariati i gravi indizi di colpevolezza a carico della Misseri e i rischi di reiterazione del reato, fuga e inquinamento delle prove.

Sabrina Misseri sarebbe ancora pericolosa – Secondo i giudici che hanno deciso di non concedere i domiciliari alla ragazza, il rischio di recidiva è dettato dalla stessa dinamica del delitto di Avetrana: nell’agosto del 2010 la Misseri avrebbe agito per futili motivi di gelosia mostrando una personalità aggressiva, inseguendo la cuginetta Sarah e strangolandola. Sabrina Misseri avrebbe ucciso Sarah Scazzi agendo con lucidità e poi avrebbe tentato, con estrema freddezza, di procurarsi un alibi. Nei giorni scorsi l’avvocato Nicola Marseglia aveva detto al Tribunale del Riesame di scarcerare Sabrina perché era a pezzi e non vi erano le esigenze cautelari: all’udienza aveva partecipato anche la detenuta, “ma solo per prendere aria e guardare due alberi”, aveva detto l’avvocato. A proposito dei presunti problemi di salute della Misseri, i magistrati hanno rilevato che non è stata presentata alcuna documentazione clinica.

Valentina Misseri: "È stato mio padre a uccidere Sarah Scazzi, questo è un clamoroso errore giudiziario"
Valentina Misseri: "È stato mio padre a uccidere Sarah Scazzi, questo è un clamoroso errore giudiziario"
La gelosia di Sabrina, il matrimonio di Cosima: perché la famiglia Misseri ha ucciso Sarah Scazzi
La gelosia di Sabrina, il matrimonio di Cosima: perché la famiglia Misseri ha ucciso Sarah Scazzi
Chi ha ucciso Sarah Scazzi? La vera storia del delitto di Avetrana
Chi ha ucciso Sarah Scazzi? La vera storia del delitto di Avetrana
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni