732 CONDIVISIONI
Delitto di Avetrana: l'omicidio di Sarah Scazzi
27 Giugno 2014
15:52

Sarah Scazzi, il pg della Cassazione: “Sabrina Misseri resti in carcere”

Sabrina Misseri, cugina della giovane Sarah Scazzi uccisa ad Avetrana, è stata condannata all’ergastolo per l’omicidio insieme alla madre Cosima Serrano. Si trova attualmente detenuta nel carcere di Taranto.
A cura di Susanna Picone
732 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Delitto di Avetrana: l'omicidio di Sarah Scazzi

Sabrina Misseri, la giovane di Avetrana condannata in primo grado all'ergastolo per l'omicidio della cugina Sarah Scazzi, deve rimanere in carcere. Questa la richiesta del sostituto procuratore generale della Cassazione, Antonio Gialanella, nell'udienza a porte chiuse sul ricorso presentato dalla difesa dell’imputata. Nella sua requisitoria davanti alla Prima sezione penale della Cassazione, il pg si è pronunciato per il rigetto dei difensori di Sabrina Misseri, gli avvocati Franco Coppi e Nicola Marseglia, contro l'ordinanza del tribunale del Riesame di Taranto che il 18 febbraio di quest'anno aveva confermato la misura cautelare in carcere. Secondo i difensori di Sabrina Misseri, dopo quattro anni in carcere sarebbe superata la necessità delle esigenze cautelari per la loro assistita e gli arresti domiciliari andrebbero più che bene. “Fermo restando che riteniamo Sabrina Misseri innocente – ha spiegato l’avvocato Coppi- dobbiamo considerare che il delitto di Sarah Scazzi è stato qualificato come delitto d'impeto e quindi non si vede come possa essere reiterato”. La decisione della Prima sezione penale della Cassazione, presieduta da Umberto Giordano, è attesa nella tarda serata.

L’omicidio di Sarah Scazzi nel 2010 ad Avetrana

Sarah Scazzi è stata uccisa ad Avetrana il 26 agosto del 2010, quando aveva 15 anni. Un delitto per il quale in primo grado sono state condannate all’ergastolo Sabrina Misseri e Cosima Serrano, rispettivamente cugina e zia della vittima. Il padre di Sabrina, Michele Misseri, è stato condannato a otto anni per soppressione di cadavere. L’uomo si è più volte accusato del delitto sostenendo che la figlia e la moglie sarebbero estranee ai fatti. Sabrina e Cosima, che si sono sempre proclamate innocenti, sono attualmente detenute nel carcere di Taranto. Per il tribunale del Riesame la Misseri deve restare in carcere perché sarebbe ancora pericolosa e potrebbe compiere altri episodi di violenza, scappare e inquinare le prove.

732 CONDIVISIONI
Valentina Misseri: "È stato mio padre a uccidere Sarah Scazzi, questo è un clamoroso errore giudiziario"
Valentina Misseri: "È stato mio padre a uccidere Sarah Scazzi, questo è un clamoroso errore giudiziario"
La gelosia di Sabrina, il matrimonio di Cosima: perché la famiglia Misseri ha ucciso Sarah Scazzi
La gelosia di Sabrina, il matrimonio di Cosima: perché la famiglia Misseri ha ucciso Sarah Scazzi
Chi ha ucciso Sarah Scazzi? La vera storia del delitto di Avetrana
Chi ha ucciso Sarah Scazzi? La vera storia del delitto di Avetrana
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni