225 CONDIVISIONI
Delitto di Avetrana: l'omicidio di Sarah Scazzi
21 Aprile 2013
17:28

Sarah Scazzi, parla Michele Misseri: “Non c’è giustizia, due innocenti in galera”

Lo zio della ragazzina uccisa ad Avetrana, condannato ieri a 8 anni per aver nascosto il cadavere di Sarah, ha commentato la sentenza di condanna all’ergastolo per sua figlia Sabrina e sua moglie Cosima. Ancora una volta è lui ad accusarsi del delitto: “Fosse per me mi ammazzerei”.
A cura di Susanna Picone
225 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Delitto di Avetrana: l'omicidio di Sarah Scazzi

Ieri, intorno alle 14, i giudici della Corte di Taranto hanno letto l’attesa sentenza relativa al processo Scazzi. Sabrina Misseri e Cosima Serrano, rispettivamente cugina e zia di Sarah, sono state condannate alla pena dell’ergastolo perché accusate di essere le assassine della ragazzina di Avetrana. Lo zio Michele è stato condannato a 8 anni: lui, che da tempo si autoaccusa del delitto, secondo la Corte ha “solo” nascosto il cadavere di sua nipote. E Misseri, dopo la lettura della sentenza, ha commentato con la stampa quanto accaduto. Ha affermato che i giudici hanno messo in galera due donne, Sabrina e Cosima, che sono innocenti: “Questa non è giustizia, mi sono sentito male quando ho sentito quelle parole e mia moglie ha abbassato la testa. Assurdo. Cosa hanno fatto in Camera di Consiglio? Avevano già deciso. Gli innocenti in galera e io libero, anche di volare”.

Lo zio Michele: “Fosse per me mi ammazzerei” – Alla stampa Misseri ha detto ancora una volta di essere il responsabile della morte di Sarah Scazzi: "Sono stato io, devo continuare a battermi per loro. Fosse per me mi ammazzerei. Nei miei sonni pieni di incubi ho un solo sogno, vedere mia moglie e mia figlia libere. Io non merito di essere libero, non voglio essere un uomo libero, ma pagare per quello che ho fatto". Lo zio della vittima si è detto convinto che alla fine la verità verrà fuori. Alla domanda su cosa provi ora che è stata pronunciata la sentenza di primo grado ha detto: “È più il rimorso che la rabbia. Io avevo sperato, adesso è peggio. Quando andavo in aula parlavo con qualche avvocato, mi distraevo, adesso sono solo”.

I genitori di Sarah in televisione – All’indomani della sentenza hanno parlato anche i genitori di Sarah Scazzi, intervenuti nel corso della trasmissione televisiva “Domenica Live”. Concetta Serrano, la mamma di Sarah che per tutto il processo è stata presente in aula, ha detto di aver sperato in una sentenza di condanna perché “dopo aver ucciso una bambina in un modo così crudele l’ergastolo è anche poco”. In televisione la mamma della 15enne di Avetrana ha espresso anche quali sono stati i sentimenti provati ieri al Tribunale di Taranto: “Quando il giudice ha letto la sentenza ho provato tanto dolore, tristezza, smarrimento, poi mi veniva in mente Sarah alla quale bisognava dare giustizia”.

225 CONDIVISIONI
Caso Sarah Scazzi, negato permesso premio alla cugina Sabrina Misseri: "Socialmente pericolosa"
Caso Sarah Scazzi, negato permesso premio alla cugina Sabrina Misseri: "Socialmente pericolosa"
Caso Sarah Scazzi, per Strasburgo ammissibile il ricorso della difesa: che cosa significa
Caso Sarah Scazzi, per Strasburgo ammissibile il ricorso della difesa: che cosa significa
Valentina Misseri: "È stato mio padre a uccidere Sarah Scazzi, questo è un clamoroso errore giudiziario"
Valentina Misseri: "È stato mio padre a uccidere Sarah Scazzi, questo è un clamoroso errore giudiziario"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni